Borgaro: i bambini hanno espresso gratitudine ai volontari che si occupano anche della scuola


Una rappresentanza degli alunni dell’Istituto Comprensivo si è riunita in piazza della Repubblica per ringraziare Alpini, Bersaglieri e Protezione Civile.

di Giada Rapa

SULLASCIA.NET numero di dicembre LEGGI IL GIORNALE / SCARICA IL GIORNALE

Grazie perché… Ci regalate sempre un sorriso. Ci aiutate, anche nelle piccole cose. Rendete il mondo un posto migliore. Quando vi vedo penso “Ecco i veri eroi”. Garantite la nostra sicurezza, e lo fate senza chiedere nulla in cambio.

Sono soltanto alcuni pensieri che i bambini della scuola primaria -in rappresentanza però dell’intero Istituto Comprensivo– hanno dedicato ai volontari del Gruppo Alpini, della Sezione Bersaglieri “Ettore Zavattaro” e della Protezione Civile, per ringraziarli del loro costante operato sul territorio. Un momento del grazie che si è svolto in piazza della Repubblica, nella mattinata di lunedì 21 dicembre, anche se con le dovute distanze e i dispositivi di protezione individuale. “Abbiamo pensato di organizzare questo momento di incontro per esprimere la gratitudine di tutta la comunità scolastica” ha esordito la Dirigente Scolastica Lucrezia Russo. “Voi ci siete sempre, in alcuni casi avete anche anticipato le nostre richieste. È anche grazie al vostro prezioso aiuto che abbiamo potuto riaprire le scuole. Non ci avete mai fatto sentire soli, e questa è una cosa bellissima. Senza contare l’esempio che date ai nostri bambini e ai nostri ragazzi, dimostrando davvero cosa vuol dire solidarietà. Siete modelli validissimi di ciò che significa impegno civico e assunzione di responsabilità”.

Presenti all’evento anche il Comandante della Polizia Municipale Roberto Mattiello e il Sindaco Claudio Gambino, che ha parlato dei volontari come “l’esercito del bene di Borgaro”. “L’auspicio è quello di vedervi ritornare a fare servizio durante le manifestazioni. Sarà il sintomo che saremo tornati alla vita di sempre, che ci manca davvero tanto”.

Essendo anche Natale, non poteva mancare un piccolo scambio di doni: Lucio Geraci, in rappresentanza dei volontari, ha donato alla preside il simbolo dei Bersaglieri, mentre i bambini hanno dato a ciascun volontario una maglietta personalizzata e una pergamena recante la frase di Madre Teresa di Calcutta “Importante non è ciò che facciamo, ma quanto amore mettiamo in ciò che facciamo; bisogna fare piccole cose con grande amore”. A conclusione della breve cerimonia, i bambini hanno salutato i presenti ballando sulle note di “Jerusalema” del produttore e musicista africano Master KG.


Commenti

commenti