Borgaro: l’associazione Bersaglieri contro la sclerosi multipla


Anche quest’anno, diversi volontari della sezione locale “Ettore Zavattaro” sono stati presenti al mercato del sabato per raccogliere fondi in favore dell’AISM.

Ieri mattina, sabato 3 ottobre, al mercato di Borgaro c’erano anche i volontari dell’associazione Bersaglieri, sezione Ettore Zavattaro, con il loro cappello piumato e tanta voglia di fare del bene. Da diversi anni, infatti, Lucio Geraci e i suoi “ragazzi”, tra le tante iniziative di solidarietà alle quali prendono parte, c’è anche l’aiuto all’AISM, l’associazione Italiana Sclerosi Multipla. Una raccolta fondi attraverso la vendita di mele per aiutare la ricerca contro un male che colpisce principalmente i giovani, di cui non si conoscono ancora le cause e per la quale non esiste ancora la cura definitiva.

I NUMERI – In Italia, ogni anno, 3.400 persone vengono colpite dalla sclerosi multipla. Una nuova diagnosi ogni 3 ore. Delle 126 mila persone con SM in Italia, il 10% sono bambini e il 50% sono giovani sotto i 40 anni. E’ la seconda causa di disabilità nei giovani dopo gli incidenti stradali. L’Italia è il paese a rischio medio-alto di sclerosi multipla: è di oltre 5 miliardi di euro l’anno il costo sociale medio della malattia, una grande emergenza sanitaria e sociale.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio