Anche alla Coop di Borgaro TORNA L’APPUNTAMENTO CON “DONA LA SPESA”


Nella giornata di oggi, sabato 8 maggio, in diversi negozi della rete vendita Nova Coop sarà possibile aderire alla raccolta di beni di prima necessità da destinare alle persone in difficoltà.

dalla Redazione

SULLASCIA.NET DI APRILE IN FORMATO PDF LEGGI IL GIORNALE / SCARICA IL GIORNALE

Sabato 8 maggio torna la raccolta alimentare speciale “Dona la Spesa” organizzata da Nova Coop in collaborazione con le Onlus del territorio che si occupano di sostegno alle persone e alle famiglie in difficoltà economica. L’iniziativa, che lo scorso ha consentito di raccogliere merce per un valore superiore ai 100.000 euro, si svolgerà in 65 negozi della rete vendita della Cooperativa, in Piemonte e in Lombardia, tra i quali il punto vendita di Borgaro. Dona la Spesa, come avviene da sempre, è resa possibile grazie allo sforzo e all’impegno dei Soci Coop e dei volontari delle realtà del terzo settore. I beni più idonei sono i prodotti alimentari a lunga conservazione come pasta, olio, riso, tonno, legumi in scatola, farina, zucchero, biscotti e prodotti per la colazione, alimenti per l’infanzia e prodotti per l’igiene personale.

“Dona la Spesa è un’iniziativa cui Nova Coop tiene particolarmente perché consente, attraverso i piccoli gesti individuali, di raggiungere il grande risultato di portare un aiuto e un conforto a persone che si trovano ad affrontare situazioni di disagio economico e che, diversamente, non potrebbero provvedere alla soddisfazione dei più elementari bisogni – dichiara Silvio Ambrogio, Direttore Politiche Sociali di Nova Coop – da anni il nostro sforzo in questa direzione ha consentito di alleviare le difficoltà di molte persone restituendo alle comunità in cui Nova Coop è presente un valore tangibile e ci ha portati a stringere, grazie alle relazioni attivate dai nostri Soci volontari, rapporti con le Onlus locali per intercettare e rispondere alle necessità dei più bisognosi in modo continuativo, un impegno in cui crediamo fortemente e che ha assunto un senso ancora più grande da quando la pandemia da coronavirus ha inciso ulteriormente sulle difficoltà dei singoli e delle famiglie”.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio