Borgaro: continua la consegna dei pacchi per i nuovi nati


Anche se i tempi si sono un po’ allungati a causa del perdurare delle restrizioni sanitarie, l’amministrazione comunale non ha voluto rinunciare all’ormai tradizionale appuntamento di Benvenuto ai piccoli cittadini.

di Giada Rapa

Nell’ultimo periodo, attraverso i gruppi Facebook si potevano leggere diverse domande relative alla consegna dei Pacchi di Benvenuto per i nuovi nati di Borgaro. “Una dimostrazione che questa piccola iniziativa è apprezzata” ha commentato con un certo orgoglio l’ex assessora e attuale consigliera delegata Marcella Maurin, promotrice del progetto.

Rispetto ai precedenti, da un anno a questa parte gli appuntamenti di consegna si sono allungati un po’ a causa delle restrizioni sanitarie legale alla pandemia da CoVid-19. Per questo nel pomeriggio di giovedì 17 giugno sono state ben 48 le famiglie invitate presso la Sala Conferenze di Cascina Nuova per ricevere, alla presenza del Sindaco Claudio Gambino, della consigliera Maurin e dell’assessore alla cultura Eugenio Bertuol– il dono di Benvenuto. “È la dimostrazione che la nostra comunità si riproduce e questo ci fa piacere” ha commentato scherzosamente il primo cittadino, ricordando che l’amministrazione sta lavorando per rendere Borgaro sempre di più una città a misura di bambino e di famiglie.

Come sempre, all’interno del “Pacco Bebè” i genitori troveranno 12 prodotti indispensabili per la prima infanzia -come pannolini, salviette, crema, telo protettivo per il cambio pannolino e omogeneizzati e forniti dalSupermercato Conad di Mappano- ma anche due buoni sconto per due diversi negozi di abbigliamento del territorio, una consulenza gratuita di due ore con una doula dell’associazione Il Cerchio delle Mamme.

Da quest’anno, inoltre, i piccoli hanno ricevuto anche il Passaporto Culturale, che per un anno dalla nascita permetterà loro e ai genitori di entrare gratuitamente nei 41 Musei che fanno parte del circuito. “Vi ricordo inoltre -ha commentato Maurin- che all’interno del nostro Palazzo Civico c’è uno spazio dedicato a voi mamme, nel quale potrete cambiare i vostri piccoli e/o allattarli in completa tranquillità”. I genitori sono anche stati invitati a partecipare alla Festa della Nascita presso la Reggia di Venaria, inizialmente prevista per domenica 20 giugno, ma rimandata al 27 causa maltempo.


Commenti

commenti