Borgaro: il vecchio oratorio diventa Officine Teatrali


Grazie alla compagnia Noteateatro, viene inaugurata stasera, venerdì 18 giugno, la rassegna “R-Estate all’Aperto” in uno spazio nuovo dove fare cultura in città.

di G. D’A.

Dopo mesi di duro lavoro per ridare vita ad un luogo abbandonato da molti anni, prende il via da stasera, dalle ore 18, un interessante progetto messo in piedi dai ragazzi e ragazze della compagnia Noteateatro con l’obiettivo di fare cultura, ma anche di dare un’alternativa a tutti i cittadini di passare serate di divertimento e relax, dal venerdì alla domenica. Lo scenario è il vecchio oratorio Don Banche di vicolo Parrocchiale, nella parte storica della città, per diversi anni crocevia di passaggio e di formazione per molte generazioni di borgaresi, ma poi chiuso e passato lentamente all’oblio.

“L’evento R-Estate all’Aperto, organizzato dalla nostra associazione – spiega Simonetta Deregibus, Presidente di Noteateatro – mira a dare nuova vita al vecchio oratorio Don Banche, presenza indelebile nel cuore di tanti i borgaresi che hanno passato in quel luogo esperienze formative impagabili. La decisione di tale manifestazione mira poi anche all’obiettivo non secondario di riportare nuova vita alla cultura, al teatro e allo spettacolo in generale, mettendo in luce i giovani talenti che con la pandemia hanno visto annullati i già miseri introiti derivanti dal professionismo in questo settore. In tal modo si vuole ottenere il vantaggio di dare nuova linfa alla comunità tutta e poter ripartire, nel
rispetto della normativa anti-Covid vigente e vivere una vita via via più normale”.

All’interno di Officine Teatrali è attivo un punto bar. L’ingresso è libero.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio