Giornata della Memoria: le iniziative delle scuole di Borgaro


In questi giorni sono stati predisposti momenti di riflessione in tutte le classi, oltre a una serie di incontri in streaming in collaborazione con l’ANCR, Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza.

di Giada Rapa

Ci sono date storiche che non devono essere dimenticate, ma che anzi devono continuare a fare riflettere, per essere da monito nel presente impedendo di commettere gli stessi errori del passato. Una di queste è la Giornata della Memoria, commemorazione che ha sempre visto in prima linea l’Istituto Comprensivo di Borgaro. Anche quest’anno, nonostante le restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria in corso, la scuola ha voluto organizzare diverse iniziative per gli alunni sia della primaria e sia della secondaria di primo grado.

“L’organizzazione delle attività è stata coordinata dalle insegnanti Adriana Antonacci e Tiziana Norelli, referenti del Progetto Shoah e della Rete delle Scuole Piemontesi per la Didattica della Shoah -di cui l’IC fa parte dall’anno scolastico 2018/2019– che riunisce scuole di ogni ordine e grado e che vede il Liceo Cavour di Torino in veste di capofila. Come al solito sono stati programmati momenti di riflessione nelle singole classi con la visione di film, video o documentari, letture di articoli o documenti storici, nonché tre appuntamenti particolarmente rilevanti che si svolgeranno in streaming grazie alla collaborazione con l’ANCR, l’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza” ha spiegato la Dirigente Scolastica Lucrezia Russo.

Nella mattinata odierna, lunedì 25 gennaio, i ragazzi assisteranno alla visione di due cortometraggi: “Brundibàr – Il Teatro per la Libertà”  -realizzato dalla V°A dell’IPSSAR “Marchitelli” di Villa Santa Maria sull’omonima opera per bambini, composta da Hans Kràsa sui testi di Adolf Hoffmeister e rappresentato a Praga all’orfanotrofio ebraico Belgika Streeet, cui è dedicato un articolato e ricco kit didattico- e “Theresiestadt, la città che Hitler regalò agli Ebrei” -raccolta di voci dei sopravvissuti con ricostruzione storica della grande messa in scena della propaganda nazista curato da Michele Bongiorno. La proiezione sarà introdotta da Daniela Sasso dell’Istituto Salvemini e da Roberta Mori del Centro Studi “Primo Levi”.

Nella mattinata di mercoledì 27 gennaio, gli studenti assisteranno invece alla proiezione del film “Anne Frank – Vite parallele” di Sabina Fedeli e Anna Migotto, introdotto proprio dalle due registe. Un’opera in cui l’attrice Helen Mirren ripercorre la vita di Anna Frank attraverso le pagine del suo diario e le vite di cinque sopravvissute che, da ragazze, furono deportate nei campi di concentramento.


Commenti

commenti