Risultati elettorali: le dichiarazioni degli esponenti dei partiti locali


I risultati delle elezioni di domenica anche nella nostra zona sono in linea con il trend nazionale. Soddisfatti gli esponenti del centro destra di Borgaro e Mappano, amareggiata la pentastellata Cinzia Tortola. Per il PD di Caselle, invece, occorre effettuare un cambio di strategia.

di Giada Rapa

“Risultato storico, sia a livello nazionale sia a livello locale”. Commenta così Marco Latella, referente della neonata sezione borgarese di Fratelli d’Italia, l’esito della tornata elettorale del 25 settembre, sottolineando non solo per il consenso ottenuto dalla coalizione di centro destra e come singolo partito in generale, ma anche per il risultato conseguito sul territorio, in una roccaforte della sinistra come Borgaro. “Questo non è un punto di arrivo, ma un punto di partenza per il futuro – continua Latella – e ora non posso fare altro che ringraziare gli elettori per la fiducia che hanno riposto in Giorgia Meloni e nel nostro partito e che hanno visto coerenza, costanza e lavoro che nel tempo è stato svolto non solo in ambito nazionale e regionale, ma anche locale, che per quanto ci riguarda ha visto anche la recente nascita del nostro circolo in città, il culmine di un lungo impegno durato anni“.

Soddisfatto anche Gianni Bellini, esponente della Lega per i comuni di Borgaro e Mappano. “Come partito abbiamo ottenuto un buon risultato, intorno al 10%. Sapevamo che non sarebbe stato facile, ma questo è un ottimo punto di partenza per ricominciare dopo la pandemia e le questioni scaturite a seguito della guerra tra Russia e Ucraina. È il momento di riaprire il dialogo con i cittadini in merito alle proposte che il centro destra porterà avanti e siamo ottimisti nel dire che ora avranno le risposte ai propri problemi” dichiara Bellini. “Aggiungo che siamo riusciti a rieleggere tutti i nostri parlamentari in questi collegi e quindi avremo sicuramente la loro disponibilità per affrontare anche le difficoltà del nostro territorio. E questa per noi è una grande vittoria, in quanto obiettivo principale” conclude.

Un po’ amareggiata la consigliera comunale di Borgaro del Movimento 5 Stelle, Cinzia Tortola, una delle poche figure istituzionali rimaste in zona “Rispetto ma non comprendo, il voto dei miei concittadini e degli italiani che hanno scelto di dare fiducia alla destra, ai programmi politici rassicuranti e conservatori, anacronistici in questo terzo millennio. L’esito di Borgaro è comunque in linea con quello nazionale, per questo ci tengo a ringraziare le elettrici e gli elettori che hanno dato fiducia al nostro programma. Ora inizierà un periodo difficile e complesso: si spera che la situazione già gravemente compromessa da un punto di vista economico e sociale non vada ancor di più ad aggravarsi”. “E ora – conclude – come Movimento si continuerà ad andare avanti a testa alta, con cuore e coraggio. Insieme a tanti altri, continuo a pensare che valga sempre la pena impegnarsi per il nostro presente e futuro”.

Conciso Stefano Oggiano, segretario del circolo PD di Caselle. “Il voto locale tendenzialmente replica quanto visto a livello nazionale, come l’astensionismo, mai così alto nelle consultazioni politiche nazionali. Il centro destra con più del 43% dei voti e la coalizione di centrosinistra con meno del 28% porterà sicuramente il nostro partito a convocare un congresso nazionale, dove si prenderà atto che va effettuata un nuovo cambio di strategia. Necessario – conclude – per mettere in pista nuove forze che diano nuova linfa a un progetto politico che può e deve puntare al futuro”.

Due, invece, le considerazioni di Antonio La Luna, segretario del circolo PD di Borgaro: l’incapacità cronica del centro sinistra di presentarsi unito in confronti importanti e “la rassegnazione dei nostri elettori, che non hanno fatto una seria e puntuale valutazione sui nominativi dei candidati nel collegio uninominale, presentati con convinzione sul territorio”. Valutazione che, al contrario, è stata fatta “in base ad un malessere generale del paese, ben rappresentato dalla destra, che attraverso una macchina mediatica, sui social network e sulla carta stampata, ha convogliato a proprio favore la situazione di crisi oggettiva”. La Luna, elenca anche una serie di azioni da mettere in campo. “A livello sovra territoriale, occorre lavorare affinché si ragioni e ci si impegni per stilare un programma serio e convincente, con tutto il centro sinistra. A livello territoriale, invece, continueremo a confrontarci ed a dialogare, convintamente, con i nostri concittadini, per un continuo e salutare miglioramento del nostro Comune”.


Commenti

commenti