Elezioni comunali a Borgaro: il PD ha deciso di correre contro Gambino


Dopo le continuative resistenze dell’attuale sindaco uscente, la sezione locale del partito, non trovando un accordo elettorale, ha scelto di lavorare ad una propria lista per le elezioni dell’8 e 9 giugno.

dalla Redazione

NUMERO DI MARZO IN FORMATO DIGITALE LEGGI IL GIORNALE / SCARICA IL GIORNALE

Era da tempo nell’aria, ma l’ufficialità è arrivata nel pomeriggio di ieri, mercoledì 3 aprile: in vista delle prossime elezioni comunali dell’8 e 9 giugno le strade tra l’attuale sindaco uscente, Claudio Gambino, e il circolo locale del Partito Democratico si separano. Una convivenza che durerà ancora qualche mese, visto che il PD è attualmente in maggioranza, ma poi ognuno presenterà una propria lista.

L’assemblea degli iscritti – si legge in una breve nota diramata dalla sezione di via Costituente – ha preso atto dell’impossibilità a proseguire un percorso per un accordo politico con la lista civica guidata dal candidato Gambino. Ha inoltre deliberato che il nostro Partito si presenterà alla prossima tornata elettorale confrontandosi con cittadini e movimenti politici che condividono l’appartenenza all’area di centro sinistra, con l’intento di presentare un programma elettorale serio e realizzabile per il bene dei nostri concittadini”.

Con questo atto, si conclude un percorso fatto di tante rotture ed abbandoni. Gambino, infatti, fino a qualche anno fa era un tesserato PD, e in giunta e consiglio comunale siedevano diversi esponenti dem, ridotti ormai oggi al solo consigliere Paolo Massa.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio