UNI3 Borgaro: 35 anni dedicati alla cultura


L’associazione ha festeggiato questo prestigioso traguardo nel pomeriggio di martedì 7 maggio, in concomitanza con la chiusura dell’anno accademico. Domenica 12 maggio, invece, ha inaugurato il Giardino Botanico di via Italia.

di Giada Rapa

Settimana intensa – ma sicuramente di notevoli soddisfazioni – per l’Uni3 Borgaro, che nel pomeriggio di martedì 7 maggio, in occasione della conclusione dell’anno accademico 2023/2024, ha festeggiato i 35 anni di costituzione.

“Un’avventura – ha ricordato l’attuale presidente, Marco Codegone – avviata su iniziativa di Lucia Bellone e partita con sezione dell’Uni3 di Ciriè e delle Valli di Lanzo. Le nostre attività sono iniziate così nell’ottobre 1989, con un corso di medicina coordinato da Giuseppe Villa e uno di scienze umane coordinato proprio da Bellone. Da quel momento l’offerta delle attività è sempre stata un crescendo, così come l’adesione dei soci. Non dobbiamo dimenticare, infatti, che non è solo l’attività fisica a contribuire al sano invecchiamento, ma anche quella intellettuale”. “Una delle cose più belle dell’Uni3 – ha invece dichiarato l’assessore Eugenio Bertuol, donando a Codegone una targa da parte dell’amministrazione comunale – è la passione che la caratterizza e che va oltre la mera partecipazione. Molti iscritti infatti scelgono di dare il proprio contributo in maniera attiva. Un risultato che mi auguro possa continuare nel tempo”. A dimostrazione di ciò è stato proprio uno dei giovani iscritti, l’avvocato Stefano Stopazzola, a chiudere l’anno accademico con una breve lezione dal provocatorio titolo “La Legge NON è Uguale per Tutti”.

Presenti all’evento anche l’ingegner Franco Billotti, Coordinatore delle Uni3 del Piemonte, l’ingegnere Franco Borsello e Giorgio Folchi, rispettivamente past president e attuale presidente dell’Uni3 di Mappano, la cui sezione – insieme a quella di Caselle, nel 2023 ha festeggiato i 25 anni di attività – è stata costituita proprio dall’Uni3 di Borgaro.

Domenica 12 maggio, in occasione della Fiera delle Rose, l’Uni3 ha anche inaugurato lo splendido Giardino Botanico – situato in via Italia, all’altezza dell’ex asilo. Un tripudio di colori e di bellezza – quasi come se ci si trovasse di fronte a un quadro dipinto – che unisce impegno, passione e inclusione sociale, dal momento che una delle aiuole è rialzata affinché anche i soggetti disabili possano ammirarla al meglio e che altre sono correlate da sassi colorati – riportanti i nomi delle piante – realizzate dai ragazzi del Centro Diurno. Tanti i soci che si sono impegnati nella realizzazione di questo progetto, che esisteva già negli orti urbani e che il sindaco Claudio Gambino e Lucia Bellone hanno deciso di portare nel cuore della città – per permettere a tutti i cittadini di godere di un piccolo angolo di bellezza.


Commenti

commenti