Centro Estivo di Caselle, grande chiusura al Prato Fiera per “La carica dei duecento”


Il servizio è partito il 20 giugno scorso ed è durato sette settimane. “Rette invariate per consentire a più famiglie di aderire all’attività”.

di Cristiano Cravero

2La carica dei duecento” ha dato il meglio di sé, venerdì 29 luglio, sotto la tensostruttura del Prato Fiera di via Torino, nel corso della rappresentazione di chiusura del centro estivo comunale. In sette settimane i ragazzi hanno affrontato un solo tema: “Verso lo spazio infinito e oltre…”. Le coordinatrici del centro estivo, entrambe della cooperativa Progest, sono state Daniela Giusa per le attività delle elementari e medie, presso la scuola di strada Salga, e Angela Perona per la materna.

“Dal 2013 – spiegano dall’ufficio comunale incaricato al servizio – la quota di frequenza settimanale a carico delle famiglie mediamente è rimaste invariata, e anzi in alcuni casi diminuita, così da consentire l’adesione di un numero maggiore di bambini.  A tutti è stata data la possibilità di partecipare alle gite presso il museo A come Ambiente, quello di astronomia e dello spazio di Torino, il garden sport di Mondovì, le piscine di Candia e di Cigliano e Pollein in Valle d’Aosta”.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio