Caselle: al terzo confronto tra i candidati sindaci ci sarà Chiappero e non Martinetto


Saltato l’appuntamento di ieri sera, causa l’assenza della aspirante prima cittadina della lista Ricominciamo per Caselle, si pensa al confronto spostato all’8 giugno. Ma non tutti sono d’accordo.

di Alessia Sette

Caselle – Reso noto il verdetto del TAR, che non ha accolta la richiesta di sospensiva dei comuni di Borgaro e Leinì su Mappano Comune, e che di fatto ha confermato le elezioni nella città dell’aeroporto per l’11 giugno, la nuova occasione di confronto tra i candidati sindaci casellesi Luca Baracco, Enrica Ivaldi, Alessandro Favero e Antonella Martinetto è stato spostata a giovedì 8 giugno. Ma su questo incontro si sta creando una polemica intorno a chi dovrà rappresentare la lista Ricominciamo per Caselle. Il faccia a faccia, organizzato da un settimanale locale, prevedeva il confronto per ieri, 31 maggio, ma all’ultimo istante, causa un impegno lavorativo di Martinetto, è stato comunicato che al suo posto si sarebbe presentato Luigi Chiappero, ex Sindaco di Cirié e candidato casellese alla carica di consigliere comunale. Cosa che non è piaciuta a Baracco che ha scritto al giornale precisando che sarebbe stato più corretto che al tavolo ci fossero i candidati primi cittadino e per questo di rimandare l’appuntamento ad altra data. Da qui l’8 giugno, ma a stretto giro la Martinetto ha scritto che anche in questa seduta sarà rappresentata da Chiappero.

“Non voglio arrivare a credere che questa vicenda sia una banale fuga della candidata dalle sue responsabilità – ha commentato Baracco a questa presa di posizione – e auspico che l’incontro tra i candidati sia a 4 e non a 3: i cittadini ne hanno diritto e devono essere rispettati. Sono certo che gli organizzatori del dibattito sapranno gestire la cosa nel migliore dei modi”. Sul caso ha espresso il suo pensiero anche Ivaldi: “Nonostante la mia inesperienza per questo genere di questioni, io sono stata sempre favorevole al confronto, sia con gli altri candidati che con Chiappero. Certo è che se due si ritirano, non ha molto senso fare un confronto. Sono pronta a tutto e anche se a queste serate, partecipano più gli addetti ai lavori che cittadini, penso che sia doveroso essere presenti”. Sulla vicenda abbiamo contattato anche Favero, il quale però, non ha ancora dato risposta in merito.


Commenti

commenti

Alessia Sette