Caselle, Mappano e San Maurizio: tra i papabili scatta il toto Giunta


A poche ore dalla presentazione ufficiale della lista degli assessori, nei tre comuni iniziano a circolare i primi nomi, dettati più che altro dal numero di preferenze che i diversi consiglieri hanno preso.

Caselle/Mappano/San Maurizio Canavese – Sarà l’ex frazione a rendere ufficiale per prima la lista degli assessori che affiancheranno in Giunta Comunale il Sindaco Francesco Grassi, poche ore prima della città dell’aeroporto, visto che entrambi gli enti hanno convocato il Consiglio Comunale per domani, mercoledì 28 giugno, uno alle ore 18 e l’altro alle 21. Sarà poi la volta di San Maurizio che ha in programma l’assemblea per le ore 18,30 di lunedì 3 luglio. Bocche cucite in tutti e tre i centri sui nomi dei papabili assessori, anche se qualche certezza sembra comunque esserci.

A Mappano, essendo sotto i 10 mila abitanti, gli assessori potranno essere un massimo di 4. Gettonatissimi i nomi di Paola Borsello, che potrebbe ricoprire anche la carica di Vicesindaco, e di Sergio Cretier, già assessore all’Ambiente a Caselle alcuni anni fa. A completare il quartetto potrebbero esserci Cristina Maestrello e Davide Battaglia, ma in questo caso ci siamo già molto addentrati nel campo delle ipotesi. A Caselle, dove gli assessori sono un massimo di 5, almeno tre potrebbero essere le riconferme che siederanno al tavolo con il primo cittadino Luca Baracco: Erica Santoro possibile Vicesindaco, Paolo Gremo riconfermato al Commercio, e un altro tra Giovanni Isabella e Angela Grimaldi, con il primo che eventualmente potrebbe tornare a svolgere il ruolo di Presidente del Consiglio Comunale, lasciando così un posto libero. Non ci sbilanciamo sui nomi degli altri due assessori che comunque saranno di nuova nomina. Infine, nella città canavesana accanto al Sindaco Paolo Biavati quasi sicuramente siederanno ancora gli uscenti Ezio Nepote e Antonio Zappalà, ma in pool position per completare la squadra dei 5 ci sono anche Sonia Giugliano, Andrea Persichella e Silvia Aimone Giggio.

IL RUOLO DELLA GIUNTA – Secondo il Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, la Giunta è un organo di governo collegiale che esprime le proprie decisioni attraverso le deliberazioni. Essa compie gli atti di amministrazione che non sono riservati al Consiglio (cui spettano gli atti di indirizzo) e che non rientrano nelle competenze del Sindaco, del Segretario e dei Dirigenti. Alla Giunta spettano cioè i compiti di gestione vera e propria, vale a dire di esecuzione. La Giunta Comunale collabora con il Sindaco nell’attuazione degli indirizzi generali del Consiglio, riferisce annualmente al Consiglio sul lavoro svolto e svolge attività propositive e di impulso nei confronti dello stesso.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio