Caselle: più luce nel centro storico, “ma non bisogna dimenticare altre zone della città”


La riqualificazione di via Torino è una delle priorità dell’attuale amministrazione comunale. Tra i lavori fa effettuare anche il miglioramento dell’illuminazione pubblica.

di Cristiano Cravero

Caselle – Il nuovo progetto di riapertura del tratto pedonale sta facendo discutere soprattutto le opposizioni, ed in particolare Angelo Navone del Movimento 5 Stelle che si interroga sul tema illuminazione pubblica. “Se devono fare un centro storico veicolare cosa servono più lampioni a led? Aveva senso se fosse stato pedonale. Un paio di lampioni, invece servirebbero sotto la tensostruttura del Prato Fiera”.

A commentare le esternazioni del pentastellato è il Sindaco Luca Baracco che afferma: “Ci stiamo muovendo a piccoli passi sulla riqualificazione complessiva del centro cittadino. L’illuminazione pubblica dovrà essere ampliata e arricchita. I punti dove andremo a operare riguardano il castello e la chiesa dei Battuti, dove, oltre ai fari già esistenti, saranno aggiunti dei faretti spot che illumineranno le facciata di questi edifici per valorizzare gli elementi architettonici ed artistici. Nei prossimi giorni – conclude il primo cittadino – sarà indetta la gara per appaltare i lavori di via Torino. Abbiamo approvato il progetto sulla segnaletica e sulla messa in sicurezza dei marciapiedi, e mentre c’eravamo abbiamo risolto anche piccoli punti dove è necessaria l’implementazione dell’illuminazione. Vogliamo risolvere le problematiche del centro per dare un’ottima immagine della nostra cittadina a tutti coloro che per motivi abitativi o per visita si recheranno a Caselle”.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio