Caselle, i cittadini e l’isola pedonale


Dopo aver sentito l’opinione dei politici e di alcuni commercianti, ecco le opinioni di diversi residenti sulla riapertura al traffico dell’intera via Torino.

di Alessia Sette

Caselle – Pedonale sì o pedonale no? Questo è il dilemma. Un dilemma che sta facendo molto discutere maggioranza e opposizione, commercianti e popolazione. Sull’argomento abbiamo sentito diversi cittadini, tra questi una piccola parte ha sostenuto di non avere preferenze: viabilità o meno, infatti, chi è abituato a fare acquisti nelle attività presenti in via Torino continuerà a farli, chi preferisce recarsi altrove non cambia idea. Tra le persone intervistate si è vista poi una spaccatura per zona d’abitazione ed età. Infatti, chi abita fuori dal centro storico crede che la via pedonale sia un blocco al normale traffico, un fazzoletto della città che però obbliga a fare giri e giri alle auto e che non facilita la visibilità dei vari negozi.

“Con questo tratto bloccato – riferisce una ragazza – si è costretti ad allungare e così eventuali segnalazioni di promozioni e offerte d’acquisto si perdono e le vede poca gente”. “Un tratto che dovrebbe essere messo in risalto, ma che invece esclude. È vero, i parcheggi mancano, ma questo problema c’era anche prima. Così Caselle si ferma. Mi viene da pensare a Ciriè in cui la via principale è aperta al traffico: solo così i negozi godono di visibilità, si forma un passaparola e diventa piacevole uscire” racconta un cittadino. Altri che abitano, invece, nel centro sostengono che sia piacevole avere una zona pedonale, in cui ritrovarsi con amici e conoscenti e muoversi in tranquillità, senza il rumore e il traffico delle automobili. “Mi piacere fare quattro passi e raggiungere la pedonale, prendermi un caffè e fare delle commissioni” racconta un signore casellese.

Alcuni sperano fortemente che l’arteria rimanga pedonale e magari aumentino le attività, altri vogliono che la situazione venga cambiata perché è un pezzo inutile così come è fatto, e in certi orari proprio perché pedonale, diventa un luogo isolato in cui avere paura.

E voi cosa ne pensate?


Commenti

commenti

Alessia Sette