Strisce blu a Caselle, prorogata la sospensione del pagamento fino al 30 novembre


Slitta ancora di un paio di mesi il ripristino della sosta a pagamento nel Centro Storico. Stimata in 19 mila euro la mancata entrata di soldi nelle casse comunali. Preoccupa il caos viario e il parcheggio selvaggio.

Caselle – Si fa ancora attendere l’installazione dei 5 nuovi parcometri che, sperano da Palazzo Civico, possano entrare in funzione a partire da dicembre prossimo. E questo per due motivi: con la sospensione della sosta a pagamento, che si protrae ormai da mesi e dovuta alla sostituzione dei vecchi parcometri perché sprovvisti, come impone la legge, della modalità di pagamento con bancomat e carta di credito, l’amministrazione ha stimato un mancato introito di 19 mila euro nelle casse pubbliche e, secondo, la possibilità di parcheggiare il proprio mezzo senza limitazioni sta sempre più generando in centro città un caos viario e la sosta selvaggia.

“Purtroppo si stanno verificando dei ritardi nella procedura di gara per l’acquisto dei parcometri – ha commentato il Sindaco Luca Baracco – ma confidiamo entro la fine di novembre montare e rendere funzionanti questi macchinari”. Per quanto riguarda l’intensificarsi del traffico viario, il primo cittadino riconosce la contingente criticità, imputandola al fatto che molte macchine girano molto di più di prima per trovare un posto visto che gli stalli di sosta hanno un ricambio decisamente inferiore a quando c’è il pagamento. “Un problema – chiude Baracco – che si risolverà da solo  con l’attivazione dei nuovi strumenti“.

 

 


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio