Un cinema a Caselle? “Possiamo pensare a ricrearne uno a modo nostro in Sala Cervi”


Dopo quelle estive, grande successo anche per la prima delle tre proiezioni della rassegna Cinema sotto l’Albero. Si prosegue stasera con “Zampa e la magia di Natale” e si chiude sabato 7 gennaio con “L’incredibile vita di Timothy Green”. Diversi genitori, però, chiedono di prolungare l’iniziativa.

di Alessia Sette

L’assessora Erica Santoro

Caselle – Il Cinema sotto l’Albero di Natale piace. Dopo la rassegna estiva, l’amministrazione comunale ha deciso di puntare anche su quella invernale, programmando tre serate ad ingresso gratuito in cui passare piacevoli momenti davanti a film per grandi e piccini. Il tutto avviene presso la Sala Fratelli Cervi di via Mazzini 60, e dopo Le 5 Leggende proiettato martedì 27, questa sera, mercoledì 4 gennaio, sarà la volta di Zampa e la magia del Natale. Il ciclo di proiezioni si concluderà sabato 7 gennaio con L’incredibile vita di Timothy Green. Tuttavia, molti genitori e bambini vorrebbero che queste proiezioni si estendessero anche durante l’anno. “Sono contenta di questa bella iniziativa: i miei bambini ne sono entusiasti, e io e altri genitori abbiamo condiviso una piacevolissima serata. Sarebbe bello che questo cinema casellese continuasse anche in futuro” racconta una mamma.

Questa richiesta l’abbiamo girata a Erica Santoro, assessora alle Politiche Educative, Culturali e Giovanili nonché promotrice del progetto. “L’idea di proporre serate di cinema a tema natalizio, è nata dal momento che le proiezioni del cinema all’aperto estivo riscuotono sempre molto successo. Quello che conta, è il benessere dei nostri cittadini, per cui ci siamo messi in gioco. Il cinema non rappresenta solamente il luogo e il tempo in cui visionare film e cartoni, ma è quello spazio in cui condividere anche una sana aggregazione. Queste tre serate- prosegue l’assessora – sono anche un banco di prova. A Caselle il cinema c’era e perché non ricrearne uno a modo nostro? Inoltre, la Sala Cervi nel mese di gennaio verrà rimessa a nuovo e l’idea di proseguire l’iniziativa è certamente presente”. Dello stesso avviso anche il primo cittadino Luca Baracco. “Non nascondo che queste tre proiezioni invernali siano anche una sorta di esperimento per valutare l’apprezzamento dei cittadini. Il nostro non è proprio un cinema come siamo soliti intenderlo, ma più una proposta cultural-aggregativa diffusa che può essere ripetuta anche nel corso dell’anno”.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio