In Consiglio Comunale si è parlato ancora di Aree ATA e del Caselle Village


L’argomento è stato affrontato nell’assise di qualche giorno fa per via di un’interrogazione presentata dal consigliere Chiappero. Nel corso dell’incontro è anche stato approvato il nuovo Regolamento Edilizio Comunale.

di Giada Rapa

Luigi Chiappero

Caselle – Nell’ultimo Consiglio Comunale cittadino, svoltosi giovedì 28 giugno, una serie di interrogazioni del consigliere di opposizione Luigi Chiappero ha nuovamente aperto la discussione sulle Aree ATA e della realizzazione del mega polo commerciale e di servizi Caselle Village. In particolare l’esponente della lista civica Ricominciamo per Caselle ha chiesto informazioni sul cronoprogramma dei lavori e sul numero di funzionari che si stanno occupando dell’intervento. “Le Aree ATA sono importanti, ma non è giusto che i cittadini della cosiddetta Caselle Vecchia debbano subire eventuali ritardi su altri procedimenti” ha infatti commentato il consigliere, mentre il Sindaco Luca Baracco ha dato rassicurazioni in merito. Il consigliere del Movimento 5 Stelle Roberto Giampietro ha invece puntato l’attenzione sulla Commissione Pari Opportunità, ancora non nominata.

Così come già accaduto nel Consiglio Comunale precedente, anche in questo caso l’assemblea è stata chiamata, tramite votazione segreta, a esprimere un nuovo nominativo per la sostituzione della dimissionaria Enrica Ivaldi all’interno delle commissioni consiliari Bilancio, Personale, Sanità e Servizi Sociali. In tutti i casi è stato indicato all’unanimità il neo consigliere Andrea Dolfi, che entra a fare parte anche della Commissione per l’Emergenza Abitativa come unico membro di opposizione.

Luca Baracco

In ultimo si è passati all’approvazione del nuovo Regolamento Edilizio Comunale. Un “atto dovuto” che non ha convinto appieno la minoranza, che si è infatti astenuta durante la votazione. “Nella Conferenza Unificata Stato Regioni Comuni, nell’ottobre 2016 è stata siglata un’intesa per l’approvazione di uno schema tipo di Regolamento Edilizio valido per tutta Italia. La Regione Piemonte ha recepito l’intesa nel novembre 2017 e il nostro Comune ha lavorato puntualmente per rispettare i tempi dei 180 giorni, anche se è recentemente arrivata proroga di altri 150 giorni. Il Regolamento è diviso in due parti: la prima, formata dalle definizioni e la seconda dalle disposizioni. In quest’ultimo caso, dove non vi erano criticità è stato recepito il Regolamento Tipo, dove vi erano conflittualità abbiamo reso compatibili le norme del Piano Regolatore Generale Comunale” ha spiegato il Sindaco Baracco.

In ultimo il primo cittadino ha ringraziato il Segretario Generale Maria Teresa Ru per il lavoro svolto in questi anni al servizio dell’ente, dal momento che – con grande probabilità – quello del 28 sarebbe stato il suo ultimo Consiglio Comunale prima del congedo.


Commenti

commenti