Caselle: “Agricoltura e Commercio”, conto alla rovescia per la quinta edizione


La manifestazione, che si terrà domenica 14 aprile, si configura come un importante momento di comunità. Un evento che non si potrebbe svolgere senza l’impegno e la collaborazione di un ormai rodato gruppo di lavoro.

di Giada Rapa

Caselle – Quest’anno la manifestazione “Agricoltura e Commercio: tra passato e futuro” giunge a quota cinque. “In questi anni – ha esordito il Vicesindaco Paolo Gremo nella conferenza di presentazione dell’evento svoltasi ieri, mercoledì 3 aprile – si è creato un vero e proprio gruppo di lavoro, una squadra di persone con cui quotidianamente condivido i problemi e che ha avuto la capacità di trovare altri sognatori come me. Persone che vedono Caselle non soltanto come il paese dell’aeroporto, ma come una città che ha un cuore e che vuole essere un polo attrattivo. Un ringraziamento va a tutti quelli che hanno creduto insieme a me in questo progetto. Ciò che conta è lo spirito con cui queste iniziative vengono fatte”.

In effetti in questi anni la collaborazione tra amministrazione comunale, Libera Associazione Commercianti e Artigiani e la Libera Associazione Giovani Agricoltori ha dato buoni risultati. “Quella del 14 aprile sarà molto di più di una manifestazione” ha continuato Gremo. “Sarà un momento in cui una comunità si attiva per il bene comune. Siamo tutti sullo stesso piano: non ci sono assessori, non ci sono Presidenti. Solo persone che vogliono creare condivisione”.

E il coinvolgimento di sicuro non mancherà, a giudicare dalle tante iniziative illustrate dagli organizzatori. “Con il titolo Dalla Terra alla Tavola, vogliamo far comprendere meglio il percorso che affronta il cibo che arriva sulle nostre tavole, nonché l’importanza di voler bene all’ambiente. Per questo proporremo due filiere, una sulle varie fasi di lavorazione del granoturco e una sulla mungitura e l’allevamento del bestiame. Non mancherà la transumanza e anche una piccola Sagra della Pochetta”. Durante la manifestazione sarà inoltre possibile visitare la Chiesa dei Battuti, la Chiesa della Madonnina e la Pala del Defendente Ferrari.


Commenti

commenti