Caselle e Borgaro: uniti contro le mafie nella Giornata della Legalità


In occasione del 27° anniversario della Strage di Capaci, sono stati diversi gli appuntamenti promossi sul territorio.

di Giada Rapa

Era il 23 maggio 1992 quando il magistrato Giuseppe Falcone venne ucciso insieme alla moglie Francesca Morvillo e agli agenti della scorta Rocco Dicillo, Antonio Montinari e Vito Schifani in quella che viene ricordata come “la strage di Capaci”. Per celebrare questo anniversario e per dire “NO” alle mafie, la data del 23 maggio è diventata quella della Giornata della Legalità, per non dimenticare e insegnare il rispetto e la legalità alle nuove generazioni.

Borgaro – Un appuntamento, divenuto ormai tradizionale, è l’incontro presso l’albero Bruno Caccia di via Italia (davanti alla media Levi), anche se quest’anno non si è concretizzata la collaborazione tra l’Istituto Comprensivo e l’associazione Parole & Musica, promotrice dell’iniziativa. Hanno però partecipato i ragazzi del Centro Giò, che hanno voluto ricordare non solo Bruno Caccia, ma anche Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Peppino Impastato e Carlo Alberto Dalla Chiesa. Presente anche Andrea Turturro, Segretario regionale di Libera Piemonte, che ha parlato della storia di Bruno Caccia, magistrato ucciso dalle mafie 9 anni prima della strage di Capaci.

Caselle – Nella città dell’aeroporto si è svolto il secondo appuntamento di “Lezioni di Legalità”, che oltre alla presenza dei rappresentanti dell’Associazione Nazionale Carabinieri -tra cui Roberto Mattiello, anche Commissario dei Vigili Urbani- e dell’Arma dei Carabinieri di Caselle nelle persone del Maresciallo Fabio Fornaiolo e del Carabiniere Scelto Erica Giudici, ha visto anche la partecipazione di Francesco Mongiovì, Sovrintendente Capo della Polizia di Stato, che in passato fu componente della scorta del giudice Giovanni Falcone e della sezione Catturandi di Palermo. Sempre con Mongiovì, la Vicepresidente del Senato Anna Rossomando e Anna Caputo procuratore aggiunto del Tribunale di Torino, si è anche svolto presso Prato Fiera il “Percorso alla Legalità”. Un appuntamento organizzato dall’assessorato e dalla Commissione Pari Opportunità, rappresentate dall’assessora Angela Grimaldi e dalla Presidente Loredana Bagnato, perché “senza legalità non c’è opportunità”.


Commenti

commenti