Caselle: dopo più di 7 mesi torna il Consiglio Comunale in presenza


Diverse le modifiche effettuate nella Sala Consiliare, per permettere il rispetto delle misure di distanziamento. Ma anche un nuovo impianto di videoregistrazione per seguire meglio l’assise in diretta streaming.

di Giada Rapa

Era il 24 febbraio 2020 quando il Consiglio Comunale di Caselle si riuniva per l’ultima volta in presenza. Poco dopo è arrivato il lockdown e il successivo distanziamento sociale ha reso necessario, per Sindaco, assessori e consiglieri, riunirsi in videoconferenza attivando un canale Youtube per mostrare in streaming l’andamento della discussione. Dopo circa sette mesi, lunedì 5 ottobre l’assemblea si è nuovamente riunita in presenza, all’interno di una sala leggermente modificata al fine di permettere il mantenimento delle regole in vigore.

Come ormai accade con una certa frequenza, gran parte del Consiglio è stato dedicato alle moltissime interpellanze e interrogazioni presentate dagli esponenti dell’opposizione. Tra questa è spiccata senza dubbio la richiesta di messa in sicurezza di via alla Fabbriche, come domandato anche -nella mezz’ora dedicata al pubblico- dalla signora Monica Belardi. La donna, che ha presentato esposto ai Carabinieri, ha dichiarato di essere stata costretta a tale azione dopo aver assistito all’ennesimo episodio di grave pericolo per l’incolumità pubblica, con due ragazzini che transitavano in bicicletta quasi investiti da un bilico. In passato, la stessa strada era già stata oggetto di un grave incidente, nel quale aveva perso la vita il giovane Lorenzo, figlio della Belardi, intervenuta proprio per chiedere che una tale tragedia non si ripeta. Altro tema piuttosto intenso è stato quello legato alle scuole, durante il quale l’assessora Erica Santoro ha rivolto un appello a tutti, al fine di continuare a mantenere alta la guardia. “La priorità degli enti deve essere la riapertura degli edifici scolastici, con il conseguente mantenimento di questa riapertura. Ma anche la sicurezza dei bambini, degli insegnati e di tutto il personale che vi lavora all’interno”. Non è mancato un accenno alle aree ATA -con il sindaco Luca Baracco che ha rassicurato sulla prosecuzione dei lavori, al netto della sospensione dei permessi di costruire– ma si è parlato anche di gestione del verde e di sicurezza nei cantieri.

Sono stati discussi piuttosto velocemente, invece, tutti gli altri punti all’ordine del giorno: due ratifiche di delibere di Giunta adottate in via d’urgenza -in modo particolare per recepire fondi provenienti dal Ministero e dalla Regione Piemonte-, l’approvazione del DUP 2021-2023 e la variazione al Bilancio di Previsione 2020-2022.


Commenti

commenti