Casellese dell’anno 2021: il riconoscimento va ad Antonino Mangalaviti


L’88enne è stato insignito del riconoscimento per il suo costante impegno, che da più di 60 anni elargisce all’interno della comunità. Nei giorni scorsi, inoltre, il Casellese dell’Anno 2017, Mauro Cavallo, è stato nominato Cavaliere della Repubblica.

di Giada Rapa

“Amare, donarsi agli altri è dote rara. Appartiene solo a chi ha un cuore puro”. Con questa motivazione, scritta all’interno di una pergamena, la Pro Loco -attraverso una Giuria composta da 14 membri- ha consegnato il Premio Casellese dell’Anno ad Antonino Mangalaviti.

L’appuntamento, molto atteso presso la cittadinanza e giunto alla sua 21esima edizione, ha l’obiettivo di consegnare un riconoscimento alla cittadina, al cittadino, o ai gruppi di associazioni, che si sono maggiormente distinti in uno o più ambiti di competenza. Antonino Mangalaviti ha ricevuto la nomina per quello che lui, quotidianamente e ormai da più di 60 anni, dà alla sua città. Nato nel 1933 e giunto a Caselle 61 anni fa -anche se, come ha detto lui stesso, a marzo saranno già 62- ha trovato un ambiente accogliente, che lo ha aiutato anche dal punto di vista lavorativo. E in quel momento Antonino ha deciso che avrebbe dovuto restituire il bene che aveva ricevuto, anche con gli interessi: una promessa che porta ancora avanti oggi, con l’amore, l’umiltà e la semplicità che lo contraddistinguono e che sono anche state sottolineate da Elis Gallegari -Direttore del mensile Cose Nostre- dal Sindaco Luca Baracco e dall’assessora Erica Santoro.

La cerimonia, svoltasi nella mattinata di domenica 12 dicembre, ha visto anche la presenza di numerosi vincitori degli anni precedenti. Il giorno successivo, inoltre, Mauro Cavallo -vincitore del premio Casellese dell’Anno 2017- è stato nominato Cavaliere della Repubblica dal Presidente Sergio Mattarella. Nel 2017, infatti, il Vigile del Fuoco è stato uno degli eroi che ha rischiato la vita a Rigopiano, dopo che una scossa di terremoto prima e una valanga poi, aveva raso al suolo l’Hotel Gran Sasso Resort, imprigionando al suo interno 40 persone. La nomina di Cavallo era già avvenuta il 2 giugno scorso, ma è stato nella mattinata di lunedì 13 dicembre che, accompagnato dal Sindaco, è stato decorato con il Nastro da Cavaliere dal Prefetto.


Commenti

commenti