Caselle: nulla di fatto per la Consulta delle Associazioni


Il mancato raggiungimento del numero legale nella Commissione Consigliare Permanente, convocata da Endrio Milano, non ha permesso la discussione sul tema.

 di Giada Rapa

La settimana scorsa avrebbe dovuto riunirsi la Commissione Consiliare Permanente Ordinamento Uffici, Affari Generali, Decentramento e Regolamenti, Partecipazioni. La Commissione, convocata dal consigliere comunale di minoranza Endrio Milano, avrebbe dovuto essere l’occasione “per iniziare a discutere dell’opportunità di istituire la Consulta delle Associazioni”. La riunione in questione, però, non si è potuta svolgere a causa del mancato raggiungimento del numero le legale, vista l’assenza –senza aver preventivamente avvisato – dei rappresentanti dei gruppi consigliari di “Caselle per Tutti” e “Caselle Futura”.

“Al di là del dato politico che delle opposizioni impediscano il regolare funzionamento di una Commissione Consiliare, rimane il fatto – del quale il Consiglio Comunale dovrà farsi carico – che le Commissioni non lavorano, in violazione aperta degli artt. 15 punto 1 e 12 punto 5 dello Statuto Comunale” ha espresso con rammarico Milano in un comunicato stampa, sottolineando che non intende darsi per vinto e che riporterà il tema in assise consiliare, magari sotto forma di interrogazione.

Molteplici, per Milano, i punti positivi che porterebbe la Consulta delle Associazioni, come la possibilità di approvare e proporre all’amministrazione il Piano di Attività ed Iniziative per l’anno successivo, “perché un’adeguata programmazione migliorerebbe ancora di più la capacità della nostra città di produrre eventi di valore”.


Commenti

commenti