Caselle: un defibrillatore per la sala Cervi in memoria di Giorgio Aghemo


Il DAE è stato collocato nella struttura polivalente di via Mazzini alla presenza della famiglia, degli amici più cari e dei soci dell’UniTre, realtà nella quale l’ex sindaco ha ricoperto il ruolo di presidente.

 di Giada Rapa

Numero digitale di gennaio LEGGI IL GIORNALE / SCARICA IL GIORNALE

Giorgio Aghemo se n’è andato improvvisamente il 14 agosto del 2023, all’età di 71 anni. A distanza di quasi sei mesi la sua mancanza è ancora forte: per la famiglia in primis, per gli amici più stretti, per la comunità casellese che lo ha conosciuto attraverso i tanti ruoli che ha ricoperto, sia a livello professionale, sia a livello amministrativo.

Per ricordarne la memoria, da mercoledì 24 gennaio presso la Sala Cervi c’è un nuovo DAE di ultima generazione, con al di sopra una targa commemorativa della persona di Aghemo: apprezzato sindaco, amato presidente dell’UniTre, stimato medico. E proprio nella sua professione di medico ha “salvato tante vite”, come ha espresso, emozionata, la figlia Giuliana – attuale vicesindaca e presidente onoraria dell’UniTre – riportando alla mente i tanti messaggi ricevuti a seguito della notizia della scomparsa del padre. Poi quella raccolta fondi degli amici più intimi di Aghemo, da destinare a un progetto benefico. In ultimo l’UniTre, che voleva ricordare il suo presidente, ruolo oggi affidato a Enzo Carlone.

“Forse alla fine ci ha aiutato papà, dandoci l’idea di donare questo defibrillatore. Nella speranza che possa salvare vite in caso di necessità, augurandosi ovviamente di non doverlo mai usare” ha concluso Giuliana Aghemo. Un commosso ricordo è anche stato affidato all’attuale sindaco Giuseppe Marsaglia e a Carlone.


Commenti

commenti