A Cirié arriva il nuovo villaggio di Natale


Sarà attrezzato in piazza D’Oria e sarà inaugurato domenica prossima. Nello stesso giorno in città saranno accese le luminarie. Mercatini anche in piazza San Giovanni e in viale Martiri della Libertà.

di Cristiano Cravero

l'assessore Alessandro Pugliesi

l’assessore Alessandro Pugliesi

Ciriè – Questo sarà un Natale decisamente più ricco in città, con nuove luminarie e un nuovo villaggio di Natale radicalmente diverso da quello visto negli anni passati che sarà inaugurato domenica 27 novembre in piazza D’Oria. Una ventina di casette di Natale con molte idee regalo che sicuramente affascineranno tutti i ciriacesi e non. Ma le novità non finiscono qui, infatti in piazza San Giovanni ci sarà un mercatino di prodotti di vario genere che sarà allestito nei giorni 4, 8, 11, 18 dicembre. Non mancheranno poi i due mercati di Natale che ospiteranno oltre cento bancarelle lungo tutto viale Martiri della Libertà nelle giornate dell’11 e del 18 dicembre.

l'assessore Fabrizio Fossati

l’assessore Fabrizio Fossati

A presentare il programma di queste iniziativa, messe in campo dall’amministrazione comunale, è l’assessore Alessandro Pugliesi  “In primis l’accensione delle luminarie natalizie avverrà domenica 27 novembre insieme alla prima apertura domenicale dei negozi del ciriacese, una grande novità perché negli anni passati questo avveniva in concomitanza con l’8 dicembre. Abbiamo rafforzato le luminarie: oltre alle tradizionali onde sui corsi principali, abbiamo deciso di installare qualche luminaria nelle vie laterali per dare una continuità estetica“. Un’altra novità di questo Natale 2016 sarà l’illuminazione di Palazzo D’Oria che per tutto il periodo natalizio sarà un centro di attrazioni per tutti. “Ci saranno giostre per i bambini, la pista di pattinaggio e il ritorno dopo un anno di assenza del villaggio di Natale. Le casette – spiega l’assessore Fabrizio Fossati – saranno fisse per tutto il periodo natalizio per dare modo a tutti di curiosare alla ricerca di idee regalo per queste imminenti festività”.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio