Ciriè: torna a suonare l’organo del Duomo di San Giovanni grazie al progetto Cantieri diffusi


Il concerto post recupero si terrà stasera, sabato 6 ottobre alle ore 21. Il Maestro Paolo Tarizzo proporrà musiche di Charles-Marie Widor, Marco Enrico Bossi, Joseph Bonnet, Marcel Dupré, Alexandre Guilmant, Sergej Rachmanunov e Leon Boëllmann.

Cirié – Nel mese di maggio scorso sono terminati i lavori di restauro dell’organo del Duomo di San Giovanni Battista – dopo un lungo periodo di abbandono dello strumento – a cura della ditta svizzera Orgelbau Thomas Wälti con la collaborazione dell’organaro Alessandro Rigola di Biella. Il restauro è stato possibile grazie a fondi propri della parrocchia e ai contributi ottenuti dalla CEI tramite l’ufficio Amministrativo Diocesano e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Torino con il progetto Cantieri diffusi, finalizzato al recupero di beni di pregio sottoposti a tutela.

Stasera, sabato 7 ottobre, alle ore 21 le note dello strumento, opera del Cav. Carlo Vegezzi Bossi di Torino, che lo costruì nel 1897, risuoneranno nuovamente nel Duomo con il concerto organizzato dalla parrocchia, con il patrocinio della Città di Ciriè, ed inserito nella rassegna Organalia 2017 “in tour” ed il supporto tecnico di Eddy Pocorobba dell’associazione Organalia. Il Maestro Paolo Tarizzo si esibirà nel concerto À la française con musiche di Charles-Marie Widor, Marco Enrico Bossi, Joseph Bonnet, Marcel Dupré, Alexandre Guilmant, Sergej Rachmanunov e Leon Boëllmann.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio