Ciriè e il Walk, Watch & Clean


L’iniziativa di sensibilizzazione ambientale, in programma per sabato 3 luglio, è promossa dall’amministrazione comunale in collaborazione con Legambiente sezione metropolitana di Torino  e con il supporto del consorzio CISA.

dalla Redazione

L’idea alla base del progetto è unire il piacere di camminare per Cirié, per le sue frazioni e per i suoi spazi verdi, alla voglia di sensibilizzare la cittadinanza sulle tematiche ambientali, partendo dal concetto fondamentale che una Cirié più pulita è dovere e piacere di tutti e che solo creando una mentalità condivisa green, che coinvolga in primis le generazioni più giovani, si potrà ottenere un contesto più piacevole da vivere, da abitare e da vedere

Il tutto, alla scoperta di luoghi ricchi di storia e dei panorami naturalistici che la città può offrire, tra antichi edifici, cascine, piccole chiese di campagna. WALK, WATCH & CLEAN, letteralmente Cammina, Osserva e Pulisci, si articola in passeggiate corali la prima delle quali è programmata per sabato 3 luglio, con ritrovo alle 9.30 in via Robaronzino, accanto alla rotonda di intersezione con Corso Generale dalla Chiesa. Il percorso si svilupperà poi ad anello fino a Località Fusiera, per salire poi in via Triveri verso Loalità Borche e tornare fino in Località Robaronzino. Un giro di circa due ore durante la quale, grazie al materiale fornito da CISA (guanti sacchi e raccoglitori) sarà possibile al tempo stesso raccogliere eventuali rifiuti presenti lungo il tragitto e liberare così tratti di strada dall’incuria e dalla disattenzione.

All’evento possono aderire tutti, dai semplici amanti delle passeggiate all’aria aperta, ai gruppi di cammino già presenti sul territorio di Cirié, a chi ha a cuore la pulizia e il decoro della città che passa, anche, dal fornire il buon esempio. “Crediamo fortemente in queste iniziative – spiega la Sindaca Loredana Devietti – tanto più quanto la spinta iniziale proviene proprio dalla società civile, dagli stessi cittadini. L’appuntamento del 3 luglio è il primo esperimento, ma naturalmente se avrà successo si potrà pensare di calendarizzare più giornate durante l’anno e così creare un circolo virtuoso che parte dal movimento e dall’amore per la camminata sportiva per giungere a una Cirié ancora più bella e pulita per tutti”.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio