San Maurizio Canavese: “Cari concittadini, usiamo l’acqua con intelligenza”


L’appello è stato pubblicato sul sito web del Comune. “La situazione ad oggi è sotto controllo, ma la questione è molto seria e il livello di guardia elevato”.

San Maurizio Canavese – “La situazione, purtroppo, è nota a tutti: l’autunno decisamente anomalo, dopo un’estate a sua volta troppo secca, sta determinando il rapido prosciugamento delle risorse idriche del territorio. Il nostro Comune non è certo esente da questo problema: la situazione, ad oggi, è sotto controllo e non siamo ancora in stato di grave emergenza, ma la questione è molto seria e il livello di guardia elevato”. Si apre così l’annuncio pubblicato ieri dall’amministrazione comunale sul proprio sito web, una constatazione che preoccupa e che è dettata da una emergenza idrica che sempre più sta interessando i territori anche del Canavese e della Valle di Lanzo.

I messaggio, quindi, diventa un appello rivolto a tutti i cittadini. “Dobbiamo dunque impegnarci in questi giorni, tutti quanti insieme, a consumare meno acqua, anche perché la siccità sembra destinata a perdurare, non essendo previste, per ora, piogge in grado di invertire la tendenza. Invitiamo tutti a fare un uso responsabile dell’acqua che esce dai nostri rubinetti. Non sprechiamone, adoperiamone soltanto il necessario e soprattutto non usiamola assolutamente per scopi non alimentari e igienici, per esempio per lavare l’auto o annaffiare il prato. Se vogliamo trovare un lato positivo di questo disagio – conclude lo scritto – pensiamo all’educazione dei nostri figli: approfittiamo di questa situazione per insegnare loro (oltre che a noi stessi) ad aprire il rubinetto solo quando è davvero necessario e ad amare il bene più prezioso che abbiamo, prima che le nostre fantastiche montagne ‘decidano’ di smettere di regalarcene”.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio