L’associazione San Maurizio Domani in visita al carcere “Lo Russo e Cutugno”


Il gruppo politico propone un incontro formativo sui luoghi di detenzione. Il primo appuntamento è per il 28 maggio al Fatebenfratelli di San Matirizio Canavese, propedeutico al percorso guidato del 29 maggio alla struttura torinese delle Vallette.

Alcuni volontari di San Maurizio Domani

​​San Maurizio Canavese – Ad una anno circa dall’apertura sul territorio della Residenza per l’Esecuzione di Misure di Sicurezza (R.E.M.S.), strutture nate in sostituzione dei vecchi Ospedali Psichiatrici Giudiziari (O.P.G.) e destinate a ricevere e prendersi cura delle persone detenute affette da infermità psichica, l’associazione San Maurizio Domani estende lo sguardo fuori dal paese e organizza, con il coinvolgimento di Domenico Minervini, Direttore della Casa Circondariale di Torino “Lo Russo e Cutugno“, un’occasione di incontro informativo e formativo sui luoghi di detenzione.

GLI INCONTRI  – Il primo appuntamento è per lunedì 28 maggio alle ore 18 presso la Sala Conferenze del Presidio Ospedaliero “Fatebenfratelli”,di  San Maurizio Canavese. Interverranno Domenico Minervini, Alessandro Jaretti Sodano, Direttore Sanitario R.E.M.S. San Maurizio Canavese, Amtonio  Pellegrino, Coordinatore della Rete Regionale dei Servizi Sanitari Penitenziari del Piemonte,  Emilia Rossi, Garante Nazionale dei diritti delle persone private della libertà. Modera l’avvocata Fabiola Grimaldi. Il giorno dopo, martedì 29 maggio, dalle ore 9 alle 13, è in programma invece la visita guidata alla Casa Circondariale “Lo Russo e Cutugno”. Per partecipare all’iniziativa è prevista l’iscrizione obbligatoria, entro e non oltre l’ 8 maggio. Bisognerà indicare nella domanda nome, cognome, data e luogo di nascita, allegando la fotocopia del codice fiscale. Le iscrizioni dovranno pervenire al seguente indirizzo di posta elettronica: iscrizioni@sanmau riziodomani.it Nel caso il numero delle iscrizioni fosse tale da non consentire l’accesso in carcere in una sola mattinata, verranno programmati turni in altre giornate. La visita in carcere presuppone la partecipazione all’evento formativo del 28 maggio.

L’obiettivo di San Maurizio Domani è portare a conoscenza della popolazione le vite vissute nei luoghi di detenzione, le garanzie, i diritti, la sofferenza, le speranze, la voglia di riscatto e di socializzazione, dando visibilità e informazione rispetto ad una realtà e ad una funzione dello Stato generalmente poco conosciuta.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio