Mappano: “Sul campo da calcio crescono le pannocchie, ma Borgaro non ci sente”


Il gruppo calcistico locale da oltre un anno chiede interventi sul manto erboso e sulla strada di accesso ai campi di allenamento, ma l’assessore Spinelli non sembra offrire opportunità di dialogo. Le parole del Presidente Morando.

di Cristiano Cravero

il-presidente-morando-mostra-i-dissesti-sulla-strada-di-accesso-copiaMappano/Borgaro – “Sindaco, questo campo da calcio è un colabrodo! E la strada di accesso alla struttura versa in condizioni non più gestibili e se andiamo avanti così, i ragazzini non verranno più al centro ad allenarsi”. Ad esprimere il malcontento della GSD Mappanese ci pensa senza mezzi termini il Presidente Mario Morando. “Da un anno – continua – visto che l’area è di competenza di Borgaro, facciamo presente le nostre problematiche al primo cittadino Claudio Gambino e al suo assessore ai Lavori Pubblici Luigi Spinelli, i quali continuano a risponderci che provvederanno, ma senza senza dare una data certa sugli interventi da eseguire. Nel frattempo, i genitori si lamentano, e non poco”.

Oltre alla strada disagevole c’è anche la questione irrisolta dell’allagamento dei terreni di gioco. Il Presidente Morando è un fiume in piena: “Basta un po’ di pioggia per allagare  i campi. Tempo fa sono stati investiti soldi per realizzare degli scarichi che consentissero la regimentazione delle acque. Da parecchio tempo, però, i canali non vengono puliti e tracimano nella nostra zona. I soldi spesi per il diserbante non sono serviti  e adesso, sul tappeto erboso crescono addirittura le pannocchie. Per non parlare, poi, dei due corpi luminosi guasti. Non avendo l’autorizzazione a procedere abbiamo contattato l’assessore Spinelli che si è recato sul posto accompagnato da un contadino. Ha preso in carico il problema, ma ad ora non abbiamo avuto nessuna risposta. Ora basta la misura è colma. Dopo cinquant’anni d’attività locale non m’aspettavo di dover arrivare a questo punto. Con la scusa che Mappano diventerà presto Comune, continuiamo a essere trascurati dalle istituzioni che si presentano da noi solo per le premiazioni sportive dove c’è da fare bella figura e poi se ne vanno”.

Interpellato, Spinelli dice la sua. “Il dialogo con la Mappanese va avanti dal mese d’agosto. Più volte ho manifestato a Morando la volontà di risolvere la questione. Scordiamoci del passato. A breve verificherò i lavori che competono al Comune e quelli che, invece, sono a carico del gestore. Infine, controllerò le cartografie per stabilire le proprietà del tratto carrabile che conduce al centro sportivo”.

La speranza è che dopo queste parole le promesse non rimangano tali. Da parte nostra l’impegno di verificare tra qualche mese se la situazione al campo di via Galvani è cambiata.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio