In vigore dall’1 novembre: anche Borgaro ha la sua ordinanza anti slot


L’orario di limitazione sarà dalle 24 alle 14, un divieto più lungo rispetto a quello di Caselle. Sul territorio mappanese saranno in vigore entrambi i provvedimenti.

di G. D’Amelio

borgaro_torinese_municipioBorgaro/Caselle/Mappano – Tra pochi giorni, anche nel Comune di Borgaro entrerà in vigore l’ordinanza anti slot, in applicazione delle limitazioni temporali prevista dalle Legge Regionale n° 9 rivolte a prevenire e contrastare il gioco d’azzardo patologico. In pratica, a partire dall’1 novembre, sul territorio comunale sarà vietato agli esercizi che posseggono le macchinette in questione di accenderle dalle ore 24 alle 14. Chi non rispetta quanto previsto rischia una sanzione amministrativa da 500 a 1.500 su ogni infrazione riscontrata.

Il provvedimento borgarese segue di alcuni mesi quello emanato a fine luglio dal Comune di Caselle, ma si differenzia per un orario di divieto in più: dalle 24 alle 14 rispetto alle 8 – 13 della città dell’aeroporto. “La ragione di estendere le limitazioni fino alle 14 – ha commentato la Vicesindaco Federica Burdisso – è che la pausa pranzo non si trasformi per alcuni in pausa gioco”. Sul territorio di Mappano si creerà una differenza di divieto rispetto a dove si trovano le slot. “In realtà il problema non esiste – precisa però il Sindaco Claudio Gambino – perché sul nostro territorio c’è solo una tabaccheria con le macchinette, ma che a quelle ore è chiusa”.

Intanto a Caselle, come afferma il Sindaco Luca Baracco, presto partiranno i controlli per far rispettare l’ordinanza. “Dopo la pausa estiva e un piccolo periodo di tolleranza, ora si inizierà a fare sul serio”.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio