Voglia di anni ’80, quando i quartieri erano pieni di vita e sempre in movimento


TORINO – Intervista a Michele Guggino, Presidente della Commissione Lingotto-Mercati Generali. Tra le priorità di intervento “bisogna contrastare le attività illecite, specialmente in orario serale e notturno”.

di G. D’Amelio

Michele Guggino

Michele Guggino

Una delle conseguenze dell’accorpamento tra le ex Circoscrizioni 8 e 9, per importanza sicuramente molto meno grave rispetto a tante altre, è che nei documenti comunali conseguenti la riforma del Decentramento si è perso il nome di un quartiere storico della città. Parliamo di Filadelfia che, nella determinazione delle Commissioni di Quartiere ha assunto la dicitura di Mercati Generali per fare coppia con Lingotto. A capo di questo organo troviamo Michele Guggino, PD.

Come sta procedendo il lavoro della sua commissione? Quali sono i primi passi? Sono ancora in una fase iniziale di organizzazione del lavoro e sto valutando come e dove coinvolgere in modo partecipativo i cittadini dei quartieri. Mi aspetto una partecipazione costruttiva per poter sfruttare al massimo tutte le risorse e le energie che queste realtà possiedono, ascoltando le priorità espresse dagli abitanti.

piazza-galimbertiQuali sono le maggiori criticità dei quartieri Lingotto e Filadelfia? La gestione e destinazione d’uso dell’area ex MOI rappresenta senza alcun dubbio la criticità di maggior rilevanza, ma è necessario anche rivedere la viabilità in diverse zone, incrementare la sicurezza viaria in alcuni incroci pericolosi, migliorare la cura delle numerose aree verdi e contrastare le attività illecite, specialmente in orario serale e notturno.

Quali sono invece le loro risorse e punti di forza? I punti di forza che il territorio possiede sono molteplici. La stazione Lingotto è un nodo strategico della città, le numerose e diverse strutture scolastiche portano giovani sul territorio, le aree verdi e strutture sportive abbondano. Bisognerà però intervenire in modo incisivo con adeguati finanziamenti, per fare in modo che tutte le nostre risorse siano utilizzabili al meglio dai cittadini.

Come immagina Lingotto e Filadelfia nel 2021? Ascolterò le priorità dei cittadini e spero di poter intervenire con risorse economiche adeguate, per tornare ad un quartiere, quale era quello degli anni ’80, pieno di vita e sempre in movimento.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio