Elezioni comunali a Mappano: Grassi e le 12 proposte per governare la cittadina


Si è svolto nella serata di ieri, martedì 23 maggio, un incontro pubblico promosso dalla lista civica Mappano in Comune. Il candidato Sindaco e la sua squadra hanno presentato il programma elettorale.

di Alberto Mancuso

Il Comune di Mappano è ormai teatro di una sentita campagna elettorale che vede come candidato sindaco, tra gli altri, Francesco Grassi. Nella serata di ieri, nella sala Lea Garofalo del CIM, l’uomo che guida la lista civica Mappano in Comune ha presentato il programma elettorale della sua squadra. Seduti ad ascoltare, diversi cittadini sempre più entusiasti e fiduciosi nel veder avvicinarsi la possibilità di avere un proprio Comune a cui rivolgersi, in attesa della risposta del TAR ai ricorsi di Borgaro e Leinì contro questa eventualità.

IL PROGRAMMA IN 12 PUNTI – Ogni candidato ha esposto una diversa tematica, ognuna legata a questioni rilevanti del territorio, che trovano nel concetto di aiuto reciproco il comun denominatore di tutti i discorsi. Così, Danilo Lerda (55 anni), ha parlato di spazio web attraverso cui esprimersi;, Davide Battaglia (42 anni) del modo di migliorare servizi e qualità della vita usando risorse economiche in modo trasparente, Ercole Carpanetto (47 anni) delle proposte per una maggiore sicurezza a Mappano, quali l’approvazione di piani d’emergenza e l’utilizzo massiccio di strumenti per la videosorveglianza. Sara Bellosta (20 anni) ha tirato in ballo la questione giovani e la possibilità di creare sportelli telematici per il lavoro giovanile. Paola Borsello (45 anni) ha sottolineato come gli anziani siano sempre più una risorsa del paese, mentre Cristina Maestrello (51 anni) ha conversato sul sostegno alle scuole pubbliche e parificate. Massimo Tornabene (44 anni) ha esposto il problema della corruzione, da tenere lontana attraverso limpidezza e regole per la gestione di appalti, Carlo Loiacono (48 anni) dell’importanza delle associazioni, Sergio Cretier (59 anni) della difesa dell’ambiente e del territorio. Infine, Alessandro Matera (26 anni) ha riferito sulle iniziative per valorizzare le attività commerciali, Margherita Profiti (56 anni) dell’idea di un centro infermieristico per le fasce più deboli, ed Egle Signa (46 anni) del potenziamento della linea 46 nelle fasce orarie più critiche.

C’è stato poi spazio anche per le parole di Franco Borsello, storico Presidente del Comitato Mappano Comune, che ha sostenuto come Mappano sia un luogo strategico, a ridosso di Torino, in grado di collegare due realtà così diverse tra loro in termini numerici ma così vicine per sogni e prospettive, descrivendo Francesco Grassi come l’uomo che “è arrivato laddove io non ho potuto fare di Mappano un Comune”.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio