Mappano: vandali scatenati ancora in azione in piazza Giovanni Paolo II


Secondo il commissario di polizia municipale Roberto Mattiello al nuovo Comune servono rinforzi in termini di agenti per garantire un controllo minimo del territorio.

di Cristiano Cravero

Mappano – Ancora una volta i vandali sono entrati in azione in piazza Giovanni Paolo II, dove sorge la tensostruttura coperta già teatro in passato di atti contro il decoro urbano. Nel corso della scorsa notte, tra mercoledì e giovedì, ignoti hanno pensato di recare danni staccando dalle loro sedi i lampioni di illuminazione, rimuovendo le inferiate appositamente collocate per impedire l’accesso alle parti dietro la struttura, già in passato imbrattate con scritte di vernice, e divellando la parete del punto Smat acqua potabile.

Il commissario di polizia municipale Roberto Mattiello contattato in via telefonica ha riferito: “ho saputo stamani di quel che è successo e mi sono messo in contatto con l’amministrazione comunale mappanese che, vista la gravità, ha informato quella di Caselle per concordare il ripristino dei danni. Un atto vile da parte di qualche ragazzino che non ha di meglio da fare, ma la mia riflessione è un’altra. Caselle che conta all’incirca 14 mila abitanti ha a disposizione 10 agenti di polizia municipale, nelle stesse condizioni Borgaro che con il numero più o meno uguale di abitanti ha anch’essa 10 vigili per perlustrare il territorio. Io invece al momento opero da solo per un numero di abitanti pari a quasi la metà dei due citati, per cui posso garantire la sicurezza solamente durante il mio turno di servizio non potendo per legge operare h 24. Per cui servono sicuramente rinforzi per garantire che questi spiacevoli episodi non vengano più a verificarsi”.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio