Casa della Salute: approvato il progetto dalla Giunta di Mappano


La realizzazione del progetto è stata accelerata, soprattutto a seguito dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19. Nello stabile dell’ex Amis, abbandonato da anni, verranno realizzati 4 ambulatori e una sala polivalente.

dalla Redazione

Dopo lunghi anni di totale abbandono, l’ex struttura dell’Amis situata in via Rivarolo avrà una nuova vita. Con un intervento di 200 mila euro -completamente finanziati attraverso gli oneri di urbanizzazione– lo stabile si trasformerà nella prima Casa della Salute del Comune di Mappano, con la realizzazione di 4 ambulatori -di cui uno pediatrico- e una Sala Polivalente nella quale troveranno ospitalità sia i medici di base del territorio, sia gli uffici amministrativi dell’ASL TO4. La Sala Polivalente, inoltre, potrà anche essere utilizzata per lo svolgimento di attività infermieristiche e di prevenzione.

“Questo è un progetto con il quale vogliamo rendere concreta la prima tappa del sogno di un polo della salute che possa rispondere alle tante esigenze di dei nostri concittadini. La pandemia da Covid-19 ha rafforzato la nostra volontà a operare a favore della salute dei mappanesi e per questo abbiamo deciso di accelerarne la realizzazione. Una strada importante da percorrere insieme” ha commentato il Sindaco Francesco Grassi a seguito dell’approvazione definitiva del progetto da parte della Giunta Comunale. “Insieme all’ASL TO4 vogliamo dare avvio a molteplici attività legate alla salute dei bambini, degli adolescenti, degli adulti e degli anziani. Abbiamo già aperto un tavolo di confronto con i medici mappanesi che hanno dimostrato grande interesse verso quest’opera e con il Comitato locale della Croce Rossa che ha dato la disponibilità a collaborare al progetto” ha invece spiegato l’assessora con delega alla Salute Cristina Maestrello.

A illustrare le tempistiche è invece stato l’assessore ai Lavori Pubblici, Massimo Tornabene. “I nostri tecnici stanno lavorando per cantierizzare la ristrutturazione nel più breve tempo possibile, comunque entro l’estate. I lavori dureranno circa tre mesi e quindi si concluderanno entro la fine dell’anno”.

LEGGI IL NUMERO DI LUGLIO DI SULLASCIA.NET https://flipbookpdf.net/web/site/b8ef022660bcf1fa04cd14cd22fe27e4b7f9b3c8202007.pdf.html

SCARICA https://www.sullascia.net/wordpress/wp-content/uploads/2020/07/Sulla-Scia-Luglio-2020.pdf


Commenti

commenti