Mappano: terza edizione per le celebrazioni di San Potito Martire


Anche quest’anno l’associazioneAmici di Ascoli Satriano Piemonte e Valle d’Aosta ha organizzato un ricco programma di appuntamenti conclusosi con la solenne processione nella mattinata di domenica 26 gennaio.

di Giada Rapa

Mappano – Ormai le celebrazioni per San Potito Martire stanno diventando una vera e propria tradizione del panorama mappanese, ottenendo un buon riscontro da parte della popolazione, all’insegna dell’unità e della condivisione. Per il terzo anno consecutivo l’associazione mappanese Amici di Ascoli Satriano Piemonte e Valle d’Aosta ha nuovamente promosso i festeggiamenti per il Santo, grazie anche alla collaborazione della Pro Loco, del Centro Anziani, dell’associazione Commercianti Viviamo Mappano e ovviamente dell’amministrazione comunale.

Gli appuntamenti sono stati molteplici e variegati tra loro, con l’avvio giovedì 23 gennaio, a partire dalle ore 20.30 presso la Sala Lea Garofalo, per ammirare le mostre degli artisti Dina Russo -con dipinti dedicati ad Ascoli Satriano- e Albino Cavaliere. Durante la serata è anche stato proiettato un video di Aldo Nigro relativo alla città di Ascoli Satriano. Sabato 25 gennaio, alle 16.30, sempre presso la Sala Lea Garofalo è stato consegnato il riconoscimento di Ascolano dell’Anno alla dott.ssa Rosaria Giampaolo, Responsabile della Struttura Complessa “Ambulatorio Pediatrico” presso l’ospedale Bambino Gesù di Roma, alla presenza del Sindaco di Mappano Francesco Grassi e di quello di Ascoli Satriano Vincenzo Sarcone, nonché di Lino Mastracchio, delegato dell’Associazione Pugliesi nel Mondo. Il pomeriggio è proseguito con lo spettacolo “Pë sti vijë”, con testo e voce di Mastracchio e video a cura di Aldo Nigro e con un aperitivo offerto dalla Pro Loco, dal Centro Anziani e dall’associazione dei commercianti Viviamo Mappano. Chiusura di giornata con cena presso il ristorante “Seven Village” di Settimo Torinese, seguito da musica e balli con “Orchestra Daniele”.

Conclusione domenica 26 gennaio, con la santa messa in onore di San Potito Martire presso la Chiesa Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù. Alla quale è seguita la solenne processione dell’effige del Santo Patrono per le vie della cittadina, guidata dal parroco ascolano don Gianluca Casanova e accompagnata dalla Banda Musicale “Salus” di Torino. I festeggiamenti sono terminati con il pranzo sociale alla presenza delle autorità cittadine, sempre presso il ristorante “Seven Village”.


Commenti

commenti