Poche ore all’avvio della Festa Patronale di Mappano


L’amministrazione comunale, mettendo in campo tutte le dovute precauzioni per evitare il contagio da Covid-19, ha deciso di organizzare i tradizionali festeggiamenti estivi dedicati alla Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù.

dalla Redazione

Era già stato annunciato dal Sindaco Francesco Grassi nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale del 30 giugno: i festeggiamenti per la Patrona di Mappano, Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù, si sarebbero svolti. Certo, la formula tradizionale è stata ovviamente rivisitata al fine di garantire la sicurezza e il rispetto delle norme anti Covid, ma i cittadini potranno comunque regalarsi uno o più momenti di svago nei canonici 5 giorni, da venerdì 17 a martedì 21 luglio, dei festeggiamenti estivi.

“Particolare significato per noi tutti acquista quest’anno la festa Patronale” spiega l’assessora alla Cultura e al Tempo Libero Cristina Maestrello. “Dopo un lungo periodo di ridotte relazioni sociali, difficoltà e chiusure di tante attività, uniamo le energie e le idee di molti, singoli e associazioni, per preparare e festeggiare i tradizionali 5 giorni dedicati alla nostra Patrona. Chiacchiere, incontri, stand gastronomici, dehor aperti sul territorio mappanese e giostre allieteranno le serate. Quest’anno la festa sarà sdoppiata su piazza Giovanni Paolo II e su piazza don Amerano al fine di evitare gli assembramenti, con la presenza del Luna Park su entrambe le aree”. Un evento reso possibile anche grazie ai tanti volontari delle associazioni locali, che predisporranno tavoli e sedie, offriranno un servizio di prevenzione e informazioni utili, ma soprattutto della Pro Loco, che ha garantito la realizzazione della festa come negli anni passati, impegnandosi in un servizio di due serate.

L’amministrazione ha inoltre predisposto una manifestazione di interesse per invitare i ristoratori e gli esercenti di Mappano a preparare delle cene in piazza o, ampliando i dehor, presso le proprie attività. “Il principio che ci ha guidato quest’anno -sottolinea l’assessore alle Attività Economiche e Produttive Davide Battaglia– è stato dare la possibilità a chi ha patito tre mesi di lockdown di lavorare, anche al di là dell’ordinario, con il supporto delle norme che lo rendevano possibile e il contributo del Comune. Tra i ristoratori di Mappano, tanti ci hanno ringraziato per l’idea, ma le norme hanno forse un po’ spaventato”. Tra coloro che hanno aderito c’è stata per esempio la Bocciofila di Mappano, che farà da apripista alla manifestazione organizzando una cena nella serata di venerdì 17 luglio.


Commenti

commenti