Mappano: “No” alla violenza, tra panchine rosse e tavoli informativi


In occasione della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza Contro le Donne, sono state inaugurate due panchine e si è svolta una serata informativa. Non solo per le vittime, ma anche per i maltrattanti.

di Giada Rapa

Leggi e/o scarica il nuovo numero digitale di SullaScai.net LEGGI IL GIORNALE / SCARICA IL GIORNALE

Una serie di appuntamenti sul territorio per riflettere sul tema della violenza contro le donne, ma soprattutto per fare informazione e sensibilizzazione. L’amministrazione comunale ha inaugurato due panchine rosse -donate dal Conad– che ha visto anche la partecipazione di una rappresentanza della Scuola Secondaria di Primo Grado. Ma ha anche organizzato una serata per far conoscere le realtà che operano in zona e che si occupano di tutelare le donne vittime di violenza, ma anche di aiutare gli uomini maltrattanti.

Il primo evento si è svolto nella mattinata del 26 novembre, con la presenza dell’Istituto Comprensivo, della Dirigente Scolastica Veronica Di Mauro e della docente Stefania Rubino, del titolare del Conad del territorio Giancarlo Cerruti e della volontaria dell’associazione e Centro Antiviolenza “Uscire dal SilenzioCristina Damiano. Proprio quest’ultima ha spiegato cosa significa operare in una struttura del genere, confrontandosi con donne a volte sempre pronte a fuggire da un marito/compagno violento, oppure talmente abusate psicologicamente da non avere più un’identità. Le due panchine rosse sono state posizionate in zone particolarmente trafficate della città: l’entrata della Galleria Conad e l’altra in via Borgaro, all’angolo con via Tibaldi. Lo scopo, come spiegato dalla Vicesindaco Paola Borsello e dall’assessora Cristina Maestrello, è quello di creare curiosità, sensibilizzare sul fenomeno della violenza, ma anche fornire aiuto concreto alle donne in difficoltà, veicolando i numeri da contattare proprio attraverso il volantino dell’associazione Uscire dal Silenzio. All’interno della Galleria Conad, inoltre è stata allestita una mostra con gli elaborati dei ragazzi e delle ragazze dell’Istituto Comprensivo, allestita grazie alla collaborazione dell’ANPI Sezione Caselle-Mappano e della Croce Rossa locale.

Nella stessa giornata, ma in orario serale e presso la Sala Lea Garofalo, i numerosi cittadini presenti hanno potuto apprendere importanti nozioni riguardo al fenomeno della violenza e ai servizi che il territorio offre per contrastarlo. Presenti alla tavola rotonda Donatella Fornelli del CIS, Lina Borghesio, Responsabile dell’associazione Punto a Capo di Chivasso, e Pierluigi Donetti, dell’associazione La Tana del Lupo -sempre di Chivasso- che offre supporto ai maltrattanti. Oltre a illustrare le attività e i metodi di aiuto utilizzati dalle diverse realtà, la serata si è conclusa con un vivace dibattito legato anche alle problematiche che una donna che denuncia si trova ad affrontare. “Cerchiamo di continuare ad aggiornarci su questo tema che continua ad evolversi” ha affermato in conclusione l’assessora Maestrello, ricordando che “siamo tutti chiamati a non girarci dall’altra parte”.


Commenti

commenti