Circoscrizione 8: il primo escluso del PD ricorre al TAR, a rischio l’elezione di Demasi


Cesare Carbonari

Cesare Carbonari

TORINO – Cesare Carbonari si è appellato al Tribunale Amministrativo del Piemonte perché lamenta una trascrizione errata delle preferenze a lui assegnate dall’Ufficio Elettorale del Comune. Attesa in tempi brevi la decisione.

di Giovanni D’Amelio

All’indomani delle elezioni dello scorso 5 giugno, nella nuova Circoscrizione 8 è subito circolata la notizia di possibile errori nel conteggio dei voti nella lista del Partito Democratico. Nello specifico Cesare Carbonari, consigliere uscente della ex Circoscrizione 9, segnalava la mancanza di una manciata di preferenze non assegnate che gli avrebbero permesso di entrare nel nuovo Consiglio, ai danni di Andrea Demasi, coordinatore al Lavoro e al Commercio della ex Circoscrizione 8, in vantaggio di un solo voto nei confronti dello stesso Carbonati.

Andrea Demasi

Andrea Demasi

“Dopo una serie di verifiche e controlli – spiega il primo escluso – ho deciso di fare ricorso al Tribunale Amministrativo del Piemonte perché sono sicuro che c’è stato un errore di trascrizione dei numeri da parte dell’Ufficio Elettorale della Città”. Secondo Carbonari le preferenze da lui ottenute, in totale 238, sono state riportate in modo corretto sui verbali dei seggi, mentre sui documenti dell’Elettorale ne risultano solo 234. Quindi quattro in meno, mentre Demasi ne ha 235.

Quest’ultimo al momento non ha rilasciato dichiarazioni, ma sulla chiusura della vicenda sembra siano previsti tempi brevi per la sentenza del TAR, che potrebbe arrivare già in autunno. Intanto l’attività consiliare dell’ente di prossimità va avanti.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio