Mr Pack: mancano i negozi pronti a fare sconti ai cittadini che differenziano la plastica


La ditta che si occupa delle postazioni destinate alla raccolta dei contenitori PET e PE ha difficoltà a trovare esercizi commerciali che aderiscano alla promozione degli eco punti.

di Giovanni D’Amelio

untitledBorgaro/Settimo – “L’intenzione del nostro Comune è di posizionare due macchinari di Mr Pack sul territorio, uno in piazzale Grande Torino e uno in via Lanzo vicino alla Coop, ma da Seta ci comunicano che a Settimo ci sono difficoltà da parte dell’azienda a reperire esercizi commerciali disposti a riconoscere gli eco punti che danno diritto a degli sconti sulla spesa”. Il Sindaco di Borgaro, Claudio Gambino, Comune che già da mesi ha deliberato l’installazione sul suolo pubblico delle “casette” di Mr Pack, spiega i motivi operativi del ritardo di questa scelta. “Tale difficoltà si sta incontrando anche a Borgaro e dai vertici di Seta si parla addirittura di un ultimatum alla ditta e della possibile rescissione del contratto”.

Un’eventualità che però è smentita categoricamente da Marco Torchio, referente di Mr Pack. “Ad oggi non sono a conoscenza di nessun avviso in tal senso. E’ vero, invece, che stiamo facendo fatica a trovare partner commerciali disposti a partecipare all’iniziativa degli eco punti. Il contratto con la spa su Settimo, tuttavia, non prevede nessun termine di tempo per l’individuazione degli stessi. Questo ostacolo – continua Torchio – deriva anche dal fatto che Mr Pack si presta ad essere posizionato vicino ai grossi ipermercati, mentre le amministrazioni comunali, come scelta dettata anche dalla politica, preferiscono ubicarle nelle aree mercatali. Ad ogni modo – conclude – sono ottimista e al più presto presenterò una lista di aderenti in grado di applicare scontistiche ai cittadini che differenziano con Mr Pack”

flaconiDa questo autunno, le postazioni di Mr Pack sono presenti a Settimo e a Volpiano, ma anche altri comuni del Consorzio Bacino 16, tra cui Caselle e appunto Borgaro, sono interessati a questi macchinari adatti per conferire grosse quantità di plastica (solo bottiglie di PET e PE con un volume massimo di 5 litri e solo contenitori con codice a barre). Il vantaggio per l’ambiente è che gli imballaggi raccolti appartengono al cosiddetto “flusso C”, cioè quello di maggiore valore per la filiera di recupero.

COME FUNZIONA MR PACK – Il meccanismo è semplice: si introduce il tesserino sanitario, si appoggia nell’apposito contenitore la bottiglie di plastica da smaltire e in cambio si ricevono degli ecopunti, caricati direttamente sul documento, da poter utilizzare per gli acquisti presso i negozi convenzionati. Del suo funzionamento si occupa Seta spa, la società che gestisce la raccolta dei rifiuti in 30 Comuni della zona, coadiuvata dall’azienda MisterPack srl specializzata nel settore dell’imballaggio.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio