Consiglio Comunale a Borgaro: Gruppo Latella e Movimento 5 Stelle sulle barricate


Scontri verbali, accuse reciproche e discussioni infinite hanno accompagnato la seduta per l’intera serata. No della maggioranza su quasi tutte le proposte avanzate dall’opposizione.

di Giada Rapa

2Borgaro – Il Consiglio Comunale di ieri, martedì 12 aprile, è forse stata una delle sedute più dibattute di questi ultimi anni. Le polemiche e le incomprensioni sono già iniziate al primo punto all’ordine del giorno, con l’interrogazione del Gruppo Latella in merito alla possibilità di abbattere i canoni di locazione per i piccoli commercianti locali in regola con il pagamento dei tributi, documento già presentato come mozione nell’assemblea di giugno 2015 e votata all’unanimità. “Non è applicabile” ha dichiarato l’assessore Gianluigi Casotti, un’affermazione che ha portando lo schieramento di centro destra a domandarsi su quale parere tecnico si sia basata questa affermazione. Casotti ha recriminato a sua volta  che se Latella teneva così tanto alla sua mozione avrebbe potuto collaborare dando lui stesso il parere tecnico.

Nell’interpellanza riguardante lo stato manutentivo della scuola materna Peloso di via Garibaldi, l’assessore Luigi Spinelli ha accusato il Movimento 5 Stelle di aver fatto ulteriori sopralluoghi nel plesso con esponenti non presenti in consiglio, non tutelando i minori da una presenza indebita. “Sono solo illazioni” ha tagliato corto la capogruppo grillina Cinzia Tortola, chiedendo di attenersi alla richiesta presente nell’interpellanza. Scontro serrato anche sulla vicenda dell’Isola del Pescatore, ma il Sindaco Claudio Gambino si è difeso affermando che tramite l’ordinanza che intima il divieto di pesca ha voluto semplicemente tutelare la salute pubblica. “Molto meglio un eccesso di prudenza, non ho la volontà di accanirmi contro quella realtà”. L’ultima interrogazione, promossa dal Movimento 5 Stelle sul disagio legato ai continui tagli ai servizi per i disabili, non ha portato a una soluzione definitiva. “Siamo pronti a valutare caso per caso nell’ottica di migliorare il servizio per tutti” ha spiegato la Vicesindaco Federica Burdisso. Tortola ha chiesto però l’impegno dell’amministrazione sulla questione del trasporto per i disabili, che si è ridotto del 40%.

A seguire sono state accorpate la mozione sulle autorizzazioni di obbligazioni emesse da Smat e l’approvazione delle stesse. “È un iter anomalo, con dati incongruenti. Si tratta di una pura follia, ma a quanto pare l’amministrazione ha già deciso” ha commentato Tortola, che ha abbandonato l’aula durante la votazione. Per quanto riguarda l’approvazione della Convenzione della Polizia Locale su Mappano, quest’ultima è passata nonostante il parere contrario del Gruppo Latella, che ha lamentato la mancanza di personale sul territorio del concentrico, e del M5S. Bocciate, invece, le mozioni del Gruppo Latella sull’abbattimento IMU e canoni di locazione, quella sulle deiezioni canine nonostante i punti in comune con l’amministrazione, né quella in merito al monitoraggio della riscossione tributi, anche se l’assessore Casotti ha dichiarato di accogliere l’invito del Gruppo. Per il M5S nulla di fatto per la mozione contro l’uso del glifosato come diserbante, quella sull’esposizione ai campi elettrici, magnetici e elettromagnetici e quella sull’installazione di raccoglitori per resti dei prodotti da fumo. Votato l’ordine del giorno relativo all’adesione al Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo.


Commenti

commenti