LA POESIA – Dedicata a Roberto


BORGARO – Pubblichiamo i versi scritti dal parroco don Stefano Turi in memoria di Merandino e letti durante il funerale di mercoledì scorso.

Uomo mite e minuto

Di poche parole ma molto acuto.

Sempre sull’uscio della casa di Dio

Gambe e cuore per portare agli altri l’amore suo

Talento prestato alla poesia

Eri un uomo di grande cortesia

Desti i Natali alla Corrida

Ove non c’era aria di sfida

Diventasti Padre e amico di molti

Ora scendono lacrime sui loro volti.

La tua croce hai portato

Rimanendo con il cuore sempre grato.

Sul tuo letto di dolore, fino all’ultimo,

Hai pregato il tuo Signore

Ora parti, caro Roberto,

Il cielo per te si é aperto.

Da lassù che farai, noi ci domandiamo?

Una prece in più, noi ti chiediamo.

Ora veglia e riposa

Con la tua amata sposa.

É se ti trovi sull’uscio del paradiso

Veglia sul tuo figliolo e su di noi con il tuo bel sorriso.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio