Saldi “della Befana” 2016: gli sconti e le regole


In tutta Italia le promozioni invernali inizieranno martedì 5 gennaio (solo in Sicilia si parte oggi). In Piemonte si andrà avanti fino al 28 febbraio. Alcuni consigli sullo shopping on-line.

1419415318Mancano ormai poche ore al via dei saldi invernali 2016. La novità di quest’anno è che la data da cui prenderanno avvio, il 5 gennaio, risulta essere praticamente la stessa per tutte le Regioni e le maggiori città d’Italia (eccetto la Sicilia dove si parte oggi 2 gennaio). C’è stata un po’ di polemica delle associazioni dei consumatori sulla decisione di far partire i saldi invernali in una giornata infrasettimanale, di martedì, quando solitamente si sfrutta il fine settimana, ma l’idea, comunque, potrebbe funzionare perché, molto probabilmente, si intende ‘sfruttare’ la giornata dell’Epifania, il 6 gennaio, per permettere a tutti coloro che possono permetterselo di fare acquisti in libertà.

GLI SCONTI – Per i saldi invernali 2016 si prevedono sconti più vantaggiosi del solito. Soprattutto sui capi pesanti, come piumini e giacche. La motivazione è semplice: l’inverno 2015/2016 si è mostrato fino a questo momento molto mite, ma dopo l’Epifania si attendono le prime ondate di freddo vero; insomma, secondo la Confesercenti gli italiani cercheranno sconti soprattutto su questa tipologia di capi. La tendenza, comunque, è quella di applicare sconti molto forti: si parla anche del 50% e, per i saldi di fine stagione sui residui di merce a marzo, potrebbero sfiorare anche il 70%.

LE REGOLE PRINCIPALI – Nelle vendite di fine stagione deve essere esposto obbligatoriamente il prezzo vendita iniziale, la percentuale di sconto e il prezzo di vendita con il ribasso. Le merci oggetto delle vendite di fine stagione devono essere fisicamente separate in modo chiaro e inequivoco da quelle eventualmente poste in vendita alle condizioni ordinarie. Le merci in saldo devono essere vendute ai compratori secondo l’ordine cronologico delle richieste, senza limitazioni di quantità e senza abbinamenti con altre merci, fino all’esaurimento delle scorte. Nel corso di vendite di fine stagione il rivenditore è tenuto a sostituire i prodotti difettosi o  a rimborsarne il prezzo pagato.

TRE CONSIGLI PER LO SHOPPING ON-LINE1) Scegliete il sito accuratamente. Se avete già in mente un certo prodotto (per esempio una borsa), valutate su quale sito acquistarla: cliccate sugli e-commerce generici e contemporaneamente aprite in un’altra finestra l’e-store del brand, confrontate le percentuali di sconto e scegliete il sito che sconta maggiormente il prodotto, ma soprattutto accertatevi che il prezzo di partenza non sia stato modificato; 2) Siate veloci. Se in negozio vi basta tenere fra le mani il capo o l’accessorio che meditate di acquistare per assicurarvi che nessuno ve lo sottragga, lo shopping on-line ha regole ben diverse, potete mettere il prodotto nel vostro carrello ma alcuni siti vi impongono un massimo di tempo prima di poterlo acquistare, altri no, assicuratevi quindi di conoscere bene le regole del sito. 3) Organizzatevi strategicamente.. Perdersi fra le pagine e sezioni di un sito è più facile che negli anfratti di un negozio, molti e-commerce hanno una sezione specifica dedicata ai saldi, cliccate su quella e non lasciate distrarvi dalle nuove collezioni. Organizzate la pagina, sui siti che lo consentono, ordinando i prodotti per prezzo, “dal più basso al più alto”, in questo modo, se non state cercando nulla di specifico, avrete subito chiaro quale sono i prodotti più convenienti.

 


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio