Tutti i trucchi e i segreti per coltivare un bell’orto sul terrazzo di casa


1MAPPANO – Antonella Mariotti e Chiara Priante, giornaliste de “La Stampa” spiegano come curare al meglio anche piccoli spazi verdi senza limiti di coltivazione.

di Giada Rapa

Durante la serata con l’autore proposta dalla Biblioteca del CIM di Mappano, giovedì 7 aprile le giornaliste del “La Stampa” Antonella Mariotti e Chiara Priante hanno presentato i loro due manuali dedicati alla natura: “Casaverde” e “Pomodori da Terrazzo” in risposta a una crescente passione per la coltivazione e per il rispetto del verde. I libri sono scritti in uno stile semplice e di facile consultazione, con schemi suddivisi in cinque passaggi fondamentali. “Il target verso il quale si rivolgono i nostri manuali sono i giardinieri di primo pelo e quelli che hanno voglia di provare, ma mancano di esperienza” spiega Mariotti. “Nel realizzarli abbiamo mantenuto il ruolo di giornaliste, perché abbiamo intervistato gli esperti e successivamente fatto da filtro sulle informazioni che ci sembravano più interessanti e particolari” racconta invece Priante.

All’interno di “Casa verde” e “Pomodori da Terrazzo” si possono trovare tante curiosità, come gli abbinamenti tra piante e verdure e tra ortaggi stessi – alcune verdure non dovrebbero stare vicine – oppure consigli per la realizzazione di concimi naturali con i tipici “consigli della nonna” proprio per invitare al rispetto del verde. Non manca una sezione dedicata al riciclo creativo, magari per creare contenitori per i fiori. In “Pomodori da Terrazzo” inoltre, ogni verdura ha una ricetta di facile realizzazione in grado di esaltarne in sapore.

Il grande successo di questi due manuali dimostra che c’è sempre maggiore interesse della gente verso la coltivazione, che accomuna persone di ogni età, e che si configura come una passione rilassante e divertente. Questa attenzione crescente ha portato a un ritorno alle origini, riscoprendo frutti e ortaggi antichi. “Le professioni del domani saranno quelle legate al verde. Proprio a Torino è nata la prima Plant Sitter, una sorta di baby-sitter delle piante che si occupa di loro quando siete in vacanza. Una ulteriore dimostrazione della nascita di una sensibilità tutta nuova” aggiunge ancora Priante. Una curiosità: grazie ai consigli della due giornaliste, qualcuno è riuscito a far nascere su proprio terrazzo una piantina di pompelmo e addirittura del grano al posto dei gerani.


Commenti

commenti