Borgaro: stravince la Lega, il Movimento 5 Stelle resta il primo partito in città


Netta affermazione del partito di Salvini che raggiunge il 17,5% dei consensi, in aumento anche i pentastellati, male il Partito Democratico e Forza Italia.

Borgaro – Era nell’aria, ma nessuno pensava ad una debacle così netta del Partito Democratico in un Comune che da sempre è una roccaforte della sinistra. Borgaro si risveglia con una vocazione leghista, nonostante in città non ci sia nessuna sede del partito, con un boom di consensi senza precedenti raccolti dallo schieramento guidato da Matteo Salvini. In leggero aumento rispetto al 2013 anche il Movimento 5 Stelle che rimane il primo partito cittadino.

Ma andiamo con ordine. Nelle politiche del 2013 i residenti votanti alla Camera dei Deputati furono l’83,1% del totale, mentre nel 2018 siamo scesi al 79,3%. Il movimento 5 Stelle in questa tornata elettorale, sempre alla Camera ha totalizzato 2.707 voti, toccando quasi il 36,1% dei suffragi totali (nel 2013 il 35,4%). Il Partito Democratico  ha invece totalizzato 1.442 voti, il 19,2%, calando di 7 punti percentuali (dal 26,6%) rispetto al 2013. Deciso balzo in avanti della Lega che diventa il terzo partito con 1.319 voti, il 17,5% del totale (il 2% 5 anni fa). A picco anche Forza Italia che dal 15,66% del Popolo della Libertà del 2013 è passato al 9,7%. Poca roba per Liberi e Uguali che con i 263 voti raggiungono il 3,5%. In tutto 71 gli elettori che hanno votato Casapaund Italia.  

La musica non cambia al Senato: Movimento 5 Stelle 35,8%, Partito Democratico 19,3%, Lega 17,48%, Forza Italia 10,2%, Liberi e Uguali 3,4%.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio