Giro d’Italia: il 4 e 5 maggio si parte dal nostro territorio, le cittadine si preparano


La prima tappa della 107esima edizione prenderà il via da Venaria Reale e proseguirà per Borgaro, Mappano e Leinì. Il giorno dopo lo start è a San Francesco al Campo, con passaggio a Ciriè.

dalla Redazione

A meno di un mese dall’inizio della grande manifestazione ciclistica, sale l’attesa nelle nostre cittadine che, chi più chi meno, saranno toccate dal Giro d’Italia 2024. Il 4 maggio, a Venaria Reale, più precisamente dalla Reggia, partirà la prima tappa della corsa che, dopo 136 km, terminerà a Torino, con passaggio a Superga a 75 anni esatti dal disastro aereo che costò la vita ai campionissimi del Grande Torino, che verrà celebrato sul colletto della Maglia Rosa.

Nel nostro piccolo, però, saranno interessate al passaggio della carovana anche Borgaro e Mappano. Dopo la partenza dalla Reggia, la prima tappa del Giro prenderà la superstrada e uscirà a Borgaro, alla rotonda di via America, proseguirà sul cavalcavia, supererà la grossa rotonda vicino all’Aldi e si incanalerà su via Italia e poi via Gramsci, fino alla rotonda della podista di via Don Milani. Una volta giunti alla rotonda della centrale dell’Enel, i corridori prenderanno a destra via Santa Cristina fino alla rotonda della Tangenziale, in frazione Villaretto. Quindi il cavalcavia che porta a Mappano, fino in via Rivarolo e poi a sinistra per strada Courgnè, verso Leinì.

Il giorno dopo, domenica 5 maggio, la seconda tappa partirà invece da San Francesco al Campo, per giungere dopo 154 km al Santuario di Oropa, nel biellese. Lo start avverrà dalla pista del Velodromo Francone, che registra un piccolo ma importante record: è la prima volta, in 107 edizioni, che una tappa del Giro d’Italia parte dall’interno di un velodromo. La Corsa Rosa toccherà anche Cirié: i corridori, infatti, transiteranno lungo via San Maurizio, via Roma, corso Nazioni Unite e via San Carlo, proseguendo poi verso Spinerano.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio