Borgaro: sugli “sconti” alle ditte morose il Gruppo Latella e i 5 Stelle vanno all’attacco


pag-7-sconti-ditte-senza-didaBORGARO – L’assessore Casotti spiega: “Abbiamo rinunciato alle sanzioni per salvaguardare i posti di lavoro dei dipendenti delle aziende”. E aggiunge il Sindaco Gambino: “Lo stesso principio verrà esteso a tutti i cittadini che non risultano in regola con i pagamenti”.

di Giada Rapa

I primi ad interrogarsi sulle motivazioni che hanno spinto l’amministrazione comunale a rinunciare a 100 mila euro di sanzioni, “scontando” l’importo a due ditte del territorio, la Dobell spa e Ibelco srl, e rateizzando in 5 anni un grosso debito pregresso, oltre 420 mila euro per mancati pagamenti di tributi, sono stati, in piena estate, i componenti del Gruppo Latella. Successivamente anche i consiglieri del Movimento 5 Stelle si sono posti le stesse domande, chiedendosi a quale principio morale ed etico si fosse ispirata la maggioranza di Palazzo Civico. “Questa direzione può essere pericolosa – affermano i pentastellati – perché sembra premiare chi non rispetta i tempi e i pagamenti”. Tuttavia, l’assessore al Bilancio, Gianluigi Casotti, difende la scelta effettuata. “Abbiamo cercato di venire incontro alle esigenze di due grosse ditte del nostro territorio che si sono ritrovate a vivere un momento di forte difficoltà a causa della crisi che ha investito il nostro Paese negli ultimi anni. Applicare gli interessi e la mora avrebbe potuto portare al fallimento delle aziende stesse. Con la decisione di rinunciare alle sanzioni, richiedendo solo il tributo necessario per pagare il servizio, abbiamo pensato principalmente a tutelare i posti di lavoro”.

Anche il Sindaco Claudio Gambino difende la scelta fatta. “È un principio che viene adottato in tutti i settori da quei soggetti che vantano crediti nei confronti di altri, soprattutto in questo momento di forte crisi. Non abbiamo fatto una cosa folle, anzi cerchiamo soluzioni per incassare almeno le risorse dovute. Nell’ottica di cercare di risolvere il problema dell’evasione locale, la possibilità di usufruire di questa scelta verrà estesa a tutti i cittadini che non risultano in regola con i pagamenti”.

Le opposizioni, però affilano le armi, e la questione sarà sicuramente ripresa nel prossimo Consiglio Comunale della città.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio