Convegno su Disabilità e Lavoro: un modo per favorire l’integrazione


BORGARO – Anche quest’anno l’associazione Insieme per l’Handicap, guidata dal Presidente Gaetano Cipriani, ha affrontato un tema difficile, per sottolineare le problematiche riguardanti il mondo dei disabili.

di Giada Rapa

img-20161023-wa0001Sono stati molti gli ospiti che hanno preso la parola nel corso del convegno Disabilità e Lavoro, che si è tenuto sabato 22 ottobre presso Cascina Nuova e promosso dall’associazione Insieme per l’Handicap. Portando interessanti argomentazioni dal mondo dei sindacati, delle cooperative, del Cis, della Coldiretti con l’Agricoltura Sociale e dei Centri per l’Impiego, nonché nella realtà locale di Borgaro, sottolineando in modo particolare l’importanza di fare rete.

Un convegno che non si è proposto lo scopo di fornire risposte, ma di “mettere in luce quelle che sono le problematiche che investono il mondo dei disabili” come ha spiegato il Presidente dell’associazione organizzatrice Gaetano Cipriani. Insieme per l’Handicap ha deciso di affrontare il tema del mondo del lavoro dopo una conferenza sulle opportunità che offre il territorio e una sull’argomento Disabilità e Sessualità – che attualmente sta portando alla creazione di uno sportello di ascolto su sessualità e affettività – perché attraverso il lavoro il disabile deve trovare un riscatto sociale integrandosi con la realtà circostante.

“Oggi il problema del lavoro colpisce un po’ tutti, non soltanto i disabili, perciò stamattina parlerei di lavoro e persone, di lavoro e dignità. Proprio per questo abbiamo cercato di coinvolgere tutti gli interlocutori che hanno a che fare con il mondo del lavoro, tra cui Jobmetoo, una piattaforma di recluting milanese fondata proprio da un giovane disabile dove è possibile trovare offerte di lavoro per persone affette da disabilità e appartenenti alle Categorie Protette” ha concluso Cipriani. A conclusione della Conferenza si è tenuto un dibattito con il pubblico presente, dove sono anche state raccontate esperienze personali.

 

 

 


Commenti

commenti