Borgaro: dopo l’allarme topi agli orti urbani continuano problemi e disagi


Secondo il Presidente del Comitato degli ortolani, Pasquale Ippolito, la gestione dello spazio manca di professionalità. E avverte “Il problema dei topi è reale, affidarsi all’iniziativa personale per debellarli può essere pericoloso”.

di Giada Rapa

Federica Burdisso

Federica Burdisso

Borgaro – Il messaggio riguardante una presunta invasione di topi presso gli orti urbani di via America era stato postato il 26 agosto su Facebook dal Presidente del Comitato ortolani, Pasquale Ippolito, che richiedeva provvedimenti urgenti da parte dell’amministrazione comunale. La Vicesindaco, Federica Burdisso, aveva accolto la notizia con incredulità dal momento che proprio il giorno stesso aveva effettuato un sopralluogo e nessuno aveva espresso grosse lamentele in tal senso. “Effettivamente qualche topo c’è – spiega oggi l’assessora – ma si tratta di topini di campagna. Non dobbiamo dimenticare che i nostri orti sono in una zona periferica e non in centro città, anche se comprendo che sia spiacevole per coloro che coltivano con impegno gli ortaggi vederseli risucchiati da questi animali”.

Pasquale Ippolito

Pasquale Ippolito

Secondo Pasquale Ippolito, invece, la situazione è ben più grave. “Non si tratta di topini, ma di ratti di fogna (vedi la foto in basso, ndr), che molto probabilmente arrivano dalla bealera e dal container pieno di immondizia che il gestore non riesce a spostare. Affidarsi all’iniziativa personale per debellarli può rivelarsi molto pericoloso, perché stiamo parlando di veleni potenti in una zona in cui si coltivano prodotti alimentari” spiega Ippolito. Che non nasconde anche molte altre problematiche. “Il pozzo realizzato non è abbastanza profondo, continuiamo a innaffiare le nostre verdure con l’acqua della bealera, che non è esattamente pura acqua di montagna. Sono convinto che tutti questi disagi non siano da imputarsi all’amministrazione, ma al gestore. La cultura dell’orto urbano è quella di una promozione sociale ed economica: in questo caso a Borgaro non si sta facendo un buon servizio sociale”.

img_5722


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio