Violenza contro le Donne: a dire “no” soprattutto i ragazzi delle scuole medie


Protagonisti principali dei Flash Mob che si sono svolti ieri a Borgaro, Caselle, Mappano, San Francesco e San Maurizio, sono stati tanti ragazzi e ragazze. Perché il tema, benché scomodo, deve essere affrontato proprio partendo dai più giovani.

di Giada Rapa e Cristiano Cravero

1Quante volte si è sentita la frase “I giovani sono il nostro futuro”? Ma oltre a essere il nostro futuro sono anche il nostro presente: è con loro, e soprattutto attraverso di loro, che si deve iniziare a fare la differenza quando si trattano temi importanti. Uno di questi è senza dubbio quello della violenza sulle donne, un fenomeno che continua ad rimanere maledettamente attuale. Le celebrazioni per la Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne erano fissate per il 25 novembre ma in quella giornata, a causa dell’allerta meteo, tutte le iniziative previste sono state rimendante. Per fortuna, ieri, venerdì 2 dicembre il tempo è stato clemente, permettendo il regolare svolgimento dei Flash Mob previsti sul territorio.

giornata-caselle-04CASELLE – Oltre 500 studenti, le docenti e la dirigente scolastica Loredana Meuti per il Flash Mob Silenzioso partito dal Prato Fiera. Presenti anche il Sindaco Luca Baracco, il Vicesindaco Giovanni Isabella, l’assessora Angela Grimaldi e l’assessore Paolo Gremo. “È emozionante pensare che siate qui in 500 ad aver lavorato su questo tema tragicamente importante. Questo è il segno della presenza concreta e sensibile della città di Caselle” ha commentato il primo cittadino. I ragazzi hanno sfilato fino in Piazza Boschiassi, alcuni con sagome nere rappresentati figure femminili, altri con pettorine con cartoncini arancioni sui quali sono state scritte frasi contro la violenza.

1MAPPANO – Grande partecipazione per il corteo organizzato dalla dirigente scolastica Lucrezia Russo, che ha visto in prima fila le classi medie dell’Istituto Comprensivo Falcone. Partiti da via Tibaldi, i ragazzi hanno attraversato la cittadina fino ad arrivare in Piazza Don Amerano, davanti al CIM, dove sono state lette numerose frasi, scritte dagli alunni stessi, contro la violenza sulle donne. È anche stata eseguita una canzone, composta proprio per l’evento. Il corteo è statto seguito dal commissario di Polizia Locale Roberto Mattiello, dal Presidente del Comitato dei Servizi di Mappano Aldo Coppi e da alcuni volontari della Croce Rossa.

1BORGARO – Flash Mob Itinerante per i ragazzi della scuola media Carlo Levi che hanno effettuato un giro della città fissando alcune tappe: Palazzo Civico, la panchina rossa situata davanti alla scuola Defassi, il Punto Giovani e la Biblioteca Civica. Qui gli studenti, tutti con una fascia arancione al braccio, hanno lasciato palloncini anch’essi di colore arancione recanti frasi contro la violenza. “È un tema importante che va affrontato quotidianamente e non solo per una giornata” ha commentato la Vicesindaco Federica Burdisso. Presenti anche l’assessora Marcella Maurin, la dirigente scolastica Liliana Bodini, la responsabile della Biblioteca Sandra Mainero e le ragazze del Servizio Civile.

san-francesco-3SAN FRANCESCO AL CAMPO/SAN MAURIZIO – Gli studenti della scuola media Mario Costa dell’istituto comprensivo Maria Montessori di San Francesco prima hanno visionato con gli insegnanti un filmato dal titolo Fivemen, quindi sono usciti nel piazzale antistante al Municipio per una breve manifestazione pubblica.  All’iniziativa era presente l’assessora all’Istruzione Manuela Targa con la collega Barbara Re. Sempre nella mattinata di ieri, una manifestazione simile si è tenuta a San Maurizio. Un momento importante di riflessione su un tema che più di una volta ha lasciato il segno negativo nella nostra società.


Commenti

commenti