Borgaro: al parco Don Banche quasi 75 mila euro per migliorare le strutture sportive


L’amministrazione comunale ha deciso di recintare il campo da calcio esistente e di realizzare ex novo uno da basket. Gli interventi dovrebbero essere effettuati entro la prossima primavera. Critici il Gruppo Latella e il Movimento 5 Stelle.

di G. D’A.

Borgaro – Buone notizie per tutti i ragazzi amanti del calcio e della pallacanestro. Nei giorni scorsi l’ufficio comunale del settore Lavori Pubblici ha predisposto una determinazione che prevede la realizzazione di una recinzione intorno al campetto da calcio di via Garibaldi, all’interno del parco Don Banche, in modo da mettere in sicurezza l’impianto vista la sua vicinanza alla strada. In pratica sarà montata una rete metallica plastificata lungo tutto il perimetro del campetto (lungo 36 metri lineari e largo 16) alta 2 metri sui lati lunghi e 4 metri su quelli corti. I lavori, che avranno un costo complessivo di 14 mila 823 euro, saranno realizzati dalla ditta Metalcarp & Gril sas, che ha presentato l’offerta più conveniente.

Sempre al Don Banche prosegue l’iter per la costruzione di un campo da basket. La Giunta Gambino ha infatti approvato prima di Natale il progetto esecutivo dell’opera che prevede una spesa che si aggira sui 60 mila euro, di cui 38 mila euro per la realizzazione dell’impianto e 22 mila euro per l’acquisto delle attrezzature di gioco, per le spese tecniche di progettazione e di collaudo e per l’Iva. Nelle prossime settimane l’ufficio procederà con le operazioni per appaltare i lavori che dovrebbero concludersi entro la primavera.

“Ben vengano la messa in sicurezza e la sostituzione dei giochi – affermano i consiglieri comunali di minoranza del Gruppo Latella – ma il resto dei soldi poteva essere utilizzato per aumentare la vigilanza su quell’area, per sostituire il busto di Don Banche a suo tempo trafugato o per la manutenzione del campetto da basket già esistente in via Vittime di Bologna. Già a maggio – concludono – in sede di discussione del bilancio di previsione, avevamo contestato questa spesa ingente proponendo un emendamento, ritenendo più opportuno spalmare la somma per interventi anche sugli altri parchi. Ma naturalmente non siamo stati ascoltati”. Perplessa anche Cinzia Tortola del Movimento 5 Stelle. “Sarebbe stato utile sentire prima di tutto i borgaresi e successivamente fare una progettazione di sistema per tutte le aree verdi in modo da distribuire equamente le poche risorse a disposizione in maniera da non creare in città zone di serie A e altre di serie B“.


Commenti

commenti

Giovanni D'Amelio